Usando il Sito Web, date il vostro consenso all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni, si prega di vedere la Politica sui Cookie. X

LINKONTRO 2018: LE PROSPETTIVE UOMO-MACCHINA

31-05-2018

Due settimane fa abbiamo esplorato i territori del prossimo futuro. Il meeting di riferimento per il mondo del largo consumo, organizzato annualmente da Nielsen, ha attratto leader d’azienda, professori universitari e giornalisti. Per 3 giorni, 527 manager in rappresentanza di 229 aziende si sono scambiati idee ed esperienze, ispirati dalle vision di 28 relatori su consumi, società e… robotica!

Scopri tutti i numeri dell’edizione 2018.

Il leitmotiv del convegno è stato l’ottimismo: sia nei confronti del rapporto tra uomo e macchina, sia in termini di crescita sostenibile.

Siamo entrati in medias res nelle vicende europee, con lo spauracchio di un mondo sull’orlo di una guerra commerciale, che non gioverebbe a nessuno, meno che mai alle “superpotenze”. Non siamo catastofisti né sognatori alla John Lennon, l’esortazione del Prof. Boltho è di trovare un equilibrio tra l’inerzia tipica italiana e l’eccesso di entusiasmo nazionalista e/o protezionista.

Un primo passo verso questo equilibrio è la creazione di modelli di business sempre più positivi, sia in termini di profitto, sia in termini di impatto sociale, per i quali servono competenze hard e soft. Lo sviluppo di competenze, in particolare, è sempre più urgente. Concetti come il life-long learning e il reverse mentoring non sono stati ideati per riempire i libri universitari: possono davvero fare la differenza tra un’azienda che “sopravvive” e un’azienda di successo, che favorisce i talenti e un clima propositivo.

Il secondo passo è iniziare a esporsi in prima persona, non solo a livello corporate. Il driver principale della buona reputazione aziendale è il modo in cui l'azienda agisce nella società, non solo nel mercato, e nella società è rappresentata da leader e collaboratori, quindi da nomi e cognomi. Oltre alla reputazione, ovviamente, serve anche la buona condotta: per questo, per la prima volta sul palco de Linkontro, abbiamo parlato lotta alla criminalità organizzata.

Nielsen ha un impatto positivo cercando la verità e supportando la crescita. Ci definiamo truth-seeker per un motivo: continuiamo a innovare il modo in cui guardiamo al mercato per scovare in anticipo trend e novità.

La nostra innovazione, ovviamente, è legata in parte alle tecnologie digitali. L’obiettivo per il prossimo futuro è sviluppare nuovi modelli collaborativi uomo-macchina, consapevoli della “supremazia” emotiva e creativa umana. Così, in Nielsen usiamo le macchine per rilevare, tracciare e misurare, ma le nostre menti per elaborare teorie e interpretare.

Ripercorri il convegno sfogliando le presentazioni e guardando i video degli interventi.