02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti >

Elogio della pubblicità al cinema

2 minuti di lettura | Novembre 2008

La pubblicità nei cinema ha rappresentato una frazione (0,3%) di tutta la spesa pubblicitaria degli Stati Uniti nel 2007. Ma secondo Nielsen PreView, gli inserzionisti potrebbero prendere in considerazione la possibilità di aumentare la presenza della pubblicità al cinema nel loro media mix.

Innanzitutto, il pubblico del cinema è letteralmente "prigioniero": cambiare canale non è un'opzione e ci sono poche distrazioni.

Gli spettatori tendono anche ad avere un reddito disponibile maggiore rispetto alla media degli americani. Acquistano prodotti elettronici di consumo (XBox, lettori DVD e Blu-Ray) a tassi molto più elevati rispetto al resto della popolazione, e molti sono voraci consumatori di altri tipi di intrattenimento attraverso una varietà di piattaforme mediatiche.

Anche i bambini, gli adolescenti, i giovani genitori e gli ispanici - tutti segmenti molto ambiti dal marketing - tendono ad essere avidi spettatori di cinema.

La pubblicità all'interno del cinema non è priva di sfide. Attualmente, la pubblicità pre-film è decisamente meno popolare dei trailer dei film presso molti spettatori. Anche l'efficacia della pubblicità sullo schermo varia notevolmente a seconda del mercato.

Il risultato per i marketer? 

Pensate in modo ampio e olistico: collegate la vostra campagna pubblicitaria al cinema a una campagna più ampia e multi-mediale. 

Una pubblicità efficace al cinema richiede un approccio diverso rispetto agli annunci televisivi: puntate su una creatività più lunga, drammatica e "cinematografica". 

Infine, non limitate la pubblicità pre-film al grande schermo: assicuratevi che la vostra campagna tocchi più formati di qualsiasi film, compresi DVD e videogiochi su licenza.

Visualizza il rapporto di Nielsen PreView.

Tag correlati:

Continua a sfogliare approfondimenti simili

I nostri prodotti possono aiutare voi e la vostra azienda