INSIGHTS

LA FEDELTÀ DEGLI ITALIANI VERSO I PRODOTTI TECNOLOGICI
Notizie

LA FEDELTÀ DEGLI ITALIANI VERSO I PRODOTTI TECNOLOGICI

La predizione che la tecnologia sarebbe diventata parte dominante della vita quotidiana di ognuno di noi si è compiuta? Quali sono le percezioni degli italiani riguardo l’utilizzo della tecnologia? Quali sono le loro preferenze nel comparto dei servizi? Hanno dei brand preferiti? A queste domande ha risposto Nielsen attraverso la “Global Survey Loyalty Sentiment”.

In generale gli italiani sono abbastanza fedeli verso i prodotti tecnologici, quali telefoni cellulari (67%), personal computer (59%) ed elettronica in generale (56%). Le posizioni top in classifica sono i brand di telefoni cellulari con un livello di fedeltà pari al 67% (la percentuale più alta a confronto dei Paesi dell’euro zona considerati). Inoltre, un italiano su 6 risulta fedele alle marche di personal computer e di elettrodomestici, seguito dal 56% di marchi di elettronica personale (come fotocamere digitali, GPS, lettori musicali, ad esclusione dei PC) e di elettronica per la casa (televisori, DVD, impianti Home Theatre). Su tutte queste categorie appartenenti al comparto tecnologia/elettronica i tassi di fidelizzazione espressi dagli italiani sono leggermente inferiori rispetto alla media europea (Italia 59% vs. Europa 63%).

Ma anche nel mondo dei servizi il risultato è interessante. Il primo posto è occupato dagli operatori che forniscono servizi internet con un tasso di fedeltà del 71%, seguiti dalle istituzioni finanziare (69%) e infine gli operatori di telefonia mobile (67%, anche se solo il 15% si è dichiarato molto fedele). Con riferimento alle istituzioni finanziare d’investimento e bancarie, l’Italia presenta un dato leggermente inferiore alla media europea e in particolare rispetto a Francia e Germania (69% dell’Italia vs. 73% dell’Europa). Differenze probabilmente da attribuire alla maggiore stabilità/solidità percepita del sistema socio-economico di questi paesi.

Il tasso di fedeltà verso le marche di telefoni cellulari corrisponde a quello degli operatori telefonici (67%). Risultato probabilmente legato all’effetto “perverso” delle offerte combinate tra operatore telefonico e telefoni cellulari.

A livello europeo il “motore” della fedeltà anche in questi settori, cosi come nel largo consumo, è la tendenza dei consumatori a premiare la convenienza rispetto alla qualità e al livello di servizio. I consumatori tendono a cambiare in base alle offerte presenti sul mercato, essendo sempre più razionali e attenti  ai prezzi offerti, data l’incidenza di questi sui loro budget di spesa. La sfida principale per le imprese operanti in questo settore è quella di riuscire ad aumentare il proprio parco clienti.

Pertanto per aumentare la retention dei clienti diventa fondamentale offrire un’esperienza unica e positiva per consumatori che in tempi di crisi “reclamano” più attenzione e maggiore coinvolgimento. In questo contesto la personalizzazione dei servizi, con pacchetti ad hoc, potrebbe risultare una possibile “strada verso la fedeltà”.