INSIGHTS

Social TV in Italia: i dati del 2015 e le prospettive per il 2016
Notizie

Social TV in Italia: i dati del 2015 e le prospettive per il 2016

Oltre un milione di italiani nel corso del 2015 ha commentato su Twitter i 10.600 programmi televisivi monitorati da Nielsen Social, per un totale di 44 milioni di Tweet, visti complessivamente 2,3 miliardi di volte. Talent, Sport e Reality i generi più commentati. Questi in estrema sintesi i numeri relativi al 2015 della Social TV in Italia. Un anno nel quale ormai tutti gli attori della media industry hanno capito le potenzialità di questo fenomeno. 

In tutti i principali programmi televisivi la componente Social riveste un ruolo importante, in alcuni casi centrale. Non solo, anche in termini di analisi e ricerca, l’attenzione del mercato è cresciuta negli ultimi mesi. Come dimostrato dal Social TV Loyalty Study rilasciato da Nielsen lo scorso autunno, non tutti gli autori sono uguali in termini di valore, e la battaglia si sta spostando anche sulla individuazione di un pubblico social più fedele e influente possibile. Il mercato sta quindi superando sotto tutti i punti di vista la fase embrionale per entrare in una più evoluta.

Tale processo si consoliderà nel 2016, anche grazie a nuove metriche disponibili per il mercato italiano. Facebook e Instagram si aggiungeranno a Twitter e saranno misurati attraverso Social Content Ratings (che prenderà il posto di Nielsen Twitter TV Ratings) con le stesso approccio e le stesse metodologie utlizzate da Nielsen per la misurazione della Social TV in questi ultimi anni.

Con questa novità l’Italia si conferma come un mercato di riferimento per la Social TV. Italia, USA, Australia e Messico sono infatti i 4 Paesi dove per la prima volta i dati, in forma aggregata e anonima, rifletteranno tutta l’attività di Social TV generata su Facebook, con l’esclusione delle conversazioni via messenger, nel pieno rispetto della privacy degli utenti.

Inoltre, La possibilità di misurare tre diversi social network, in modo indipendente, con un unico strumento e regole omogenee, fornirà dati solidi e comparabili e quindi un ulteriore spinta per la crescita della Social TV nel corso dei prossimi anni.

Clicca qui per maggiori informazioni su Social Content Ratings