INSIGHTS

Keep calm and be “ready to eat”
Notizie

Keep calm and be “ready to eat”

La crescente esigenza di “risparmio di tempo” ha creato nel corso degli anni una maggiore apertura dei consumatori verso prodotti che offrono un risparmio, non tanto in termini economici, considerando i prezzi sempre più alti rispetto ai prodotti basici, ma in termini di tempo, risorsa che con l’attuale ritmo di vita è sempre più scarsa.
I piatti pronti si confermano dunque un mercato in forte crescita registrando un virtuoso trend positivo a totale Italia sia a valore (+23,4%) che a volume (+18,3%). Stiamo parlando di un mercato il cui giro d’affari si assesta sui  446 milioni di euro (48 milioni di kg).

La Distribuzione Moderna (Iper+ Super+ Liberi Servizi + Discount) traina la categoria incidendo sul 97,8% del giro d’affari, il 75,2% del quale si concentra negli Iper + Super.
Tutti i canali crescono ma a trainare quest’impennata sono gli ipermercati, le cui vendite a valore crescono del 41,4% e il cui numero medio di referenze passa da 87 a 107; notevole anche l’aumento delle vendite registrate all’interno dei supermercati (+27,1% a valore, +22,9% a volume).

I piatti pronti all’interno dei Discount, che valgono 60 milioni di euro (incidenza del 13,5% sul totale Italia) mettono a segno una crescita del 33,8% a valore e del 29% a volume, segnata da un aumento del prezzo medio no promo (da 6,09 a 6,23) e del prezzo medio promo (da 5,36 a 5,92).
Anche i tradizionali segnalano peformance positive, non particolarmente rilevanti tuttavia in quanto questo canale incide solamente per il 2% sul totale Italia.

I consumatori Italiani, esigenti e alla ricerca di soluzioni ad alto contenuto di servizio che facilitino loro la vita, sono disposti a spendere per acquistare questi prodotti ad alto valore aggiunto e di fatto questa propensione è confermata dal calo dell’indice d’intensità promozionale, nei canali della DM, da 27% a 23%, nello specifico calano sia l’incidenza delle promo di taglio prezzo (-2,5 p.ti) sia quella delle attività in store (-1,2 p.ti).

Aumenta il numero di referenze medie nella DM  (da 16 a 20), a testimonianza della forte evoluzione dell’offerta ma anche del desiderio di varietà e novità dei consumatori. Disposti a spendere di più e desiderosi di provare nuovi piatti.

Entrando nel dettaglio della categoria i primi piatti e i piatti esotici registrano le crescite più importanti rispettivamente del +26,5 % e del +27,7% confermando in quest’ultimo caso l’interesse della popolazione per una cucina sempre più internazionale.
Nel Nord Italia, che generalmente detta i trend in termini di consumi, l’aumento delle vendite dei primi e degli esotici, si affianca ad una notevole crescita (+33,5% a volume) delle insalate/contorni nella DM, dato in linea con la forte propensione all’acquisto di frutta, verdura in generale di cibi naturali che sta caratterizzando i nuovi consumi. La categoria comprende un mix di prodotti che rispondono anche all’esigenza del consumatore odierno di alimentazione sana e naturale.

Per appronfodimenti sui Piatti pronti nel canale Discount, accedi al report Scenario Discount – 1° trimestre 2016 disponibile sul Nielsen Store.