INSIGHTS

Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy: un nuovo modo di “investigare” i consumi
Notizie

Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy: un nuovo modo di “investigare” i consumi

ll consumatore italiano è sempre più informato e consapevole di ciò che acquista. Il 72% degli intervistati dichiara di voler sapere tutto ciò che è contenuto nel proprio cibo, di apprezzare le aziende che sono trasparenti su origini e modalità di produzione, allevamento e coltivazione dei prodotti (71%) e di leggere attentamente le etichette dei prodotti (55%). Non è tutto: tendenze quali l’attenzione al benessere e alla naturalità dei cibi influenzano costantemente le scelte d’acquisto dei prodotti FMCG.

Un simile contesto richiede maggiori informazioni a supporto del processo decisionale di Produttori e Distributori, che necessitano di conoscere le nuove tendenze di consumo e di misurare il reale rapporto tra i nuovi bisogni dei consumatori e i risultati di mercato.

Per soddisfare questa esigenza nasce  l’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy: si tratta dell’integrazione tra le oltre 100 variabili registrate da Immagino sulle etichette dei prodotti (ingredienti, tabelle nutrizionali, loghi e certificazioni, claim e indicazioni di consumo, ecc.) e le informazioni Nielsen sul venduto (Retail Panel), sui consumi delle famiglie (Consumer Panel) e sulla fruizione dei media (TV e Internet Panel). Questo osservatorio inaugura un modo nuovo di osservare i fenomeni di consumo nel nostro Paese e rappresenta una novità assoluta nel mondo delle ricerche.

Grazie all’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy, è ora possibile rispondere a domande quali:

• Come cambia l’offerta e il consumo degli italiani in funzione della presenza di alcuni ingredienti nei prodotti?
• Come cambia il consumo in funzione dell’assenza di allergeni, coloranti e conservanti?
• Quali trend caratterizza il segmento di prodotti rivolto a target specifici (es. vegani)?
• Quali sono gli andamenti dei prodotti che comunicano la loro «italianità»?

Di seguito riportiamo solo alcuni esempi delle informazioni contenute nell’osservatorio, che sarà lanciato il prossimo maggio.

L’incrocio delle tabelle nutrizionali presenti in Immagino con i dati di venduto di Nielsen permette un vero e proprio monitoraggio della dieta degli italiani: nell’ultimo anno, a parità di calorie assunte, sono aumentati i consumi di fibre (+4,4%), mentre si sono ridotti quelli di zuccheri (-1,9%) e grassi (-0,8%).

Dall’analisi dei claim e dei loghi, emerge inoltre che il venduto del segmento dei prodotti Free-from, apparentemente stabile nella propria totalità (+0,2% anno su anno), cela significative differenze tra i prodotti senza coloranti (-3,7%) e i prodotti OGM Free (+4,6%). E si potrebbe proseguire con i prodotti a basso contenuto di grassi, zuccheri o quelli senza additivi.

Per ogni segmento individuato è possibile capire chi siano gli acquirenti principali. Riprendendo il tema del minor consumo di zucchero, ad esempio, sono stati tracciati comportamenti molto diversi tra le famiglie italiane: le coppie senza figli e ad alto reddito sembrano mostrare maggiore sensibilità al fenomeno.

L’osservatorio permette di costruire un patrimonio informativo unico, che ha l’obiettivo di rilevare i fenomeni di consumo emergenti e identificare i segmenti di popolazione che li determinano.

Una volta individuato il target di consumo è possibile identificarne la dieta mediatica e l’affinità ai canali tradizionali (TV generalista, pay TV, free to air) e online (PC e Mobile). Tutto ciò permette di ottimizzare gli investimenti nei media, raggiungendo in maniera efficiente e capillare il proprio target.