INSIGHTS

Detto, fatto. Osservatorio Immagino alla velocità dei consumatori
Notizie

Detto, fatto. Osservatorio Immagino alla velocità dei consumatori

Stare al passo con i consumatori è la conditio sine qua non per ogni player del mondo FMCG; il lavoro di Nielsen è quello di anticiparli, intercettando tendenze e preferenze sul nascere, e prevedendone di nuove. Con Osservatorio Immagino diamo una lettura d’insieme a fenomeni apparentemente slegati tra loro, portando alla luce dinamiche di reciprocità e influenza.

L’ascesa del food delivery, ad esempio, un trend legato alle persone con poco tempo per cucinare, ha impattato l’offerta della GDO: oggi, tra i prodotti ad alto contenuto di servizio proliferano quelli pronti da cuocere e/o da mangiare. Il “fatto in casa” è un attributo fondamentale per le famiglie del Bel Paese, ma non ha impedito al “ready-to-eat” di affermarsi anche tra le mura domestiche.

Abbiamo dunque iniziato a leggere in modo diverso i bisogni della domanda, non più in relazione al singolo prodotto, bensì in relazione alle esperienze di consumo. La risposta alla crescente domanda di servizio risponde anche alla curiosità degli italiani, che tra i cittadini europei sono i più propensi a sperimentare nuovi prodotti. Sulla base dei nostri insight, produttori e distributori comunicano sempre più spesso le proprie innovazioni sul packaging, facendo lievitare il giro d’affari sviluppato dai claim Nuovo, Novità, Nuova formula, etc.

Un altro punto di vista che offriamo su queste innovazioni fast deriva dalla ricerca di esperienze di gusto diverse, in contesti slow. Preparare un infuso, oggi, significa consumare almeno un ingrediente esotico. La contaminazione internazionale, che osserviamo nella crescita dei prodotti speziati e aromatizzati, offre diversità, ma non surclassa il valore del locale, che da Nord a Sud continua a essere richiamato sulle etichette, non solo per sottolineare la qualità del prodotto, bensì anche come stimolo al senso di appartenenza degli italiani.

Chiudo con un’ulteriore nota positiva: il 2018, dopo anni di trend calanti, ha visto il comparto drug riprendersi. In questa edizione introduciamo la rilevazione dei prodotti non alimentari con claim biologico, e in particolar modo dei prodotti cura persona bio, che ormai hanno un giro d’affari di quasi 40 milioni. Possiamo sbilanciarci nel giudicare positivo l’impatto del bio nella filiera del largo consumo: l’esortazione che rivolgiamo ai player che ancora non sono ancora scesi in campo con prodotti “green” è di non competere sui segmenti classici, quindi nella dispensa di casa, bensì di identificare nuove possibilità. Nielsen è un partner strategico in questa fase, perché l’innovazione di successo si basa su misurazioni e test di prodotto ben precisi. Provateci.