Usando il Sito Web, date il vostro consenso all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni, si prega di vedere la Politica sui Cookie. X

Idee di sostenibilità per il largo consumo

Il reale impatto ambientale che hanno gli acquisti è difficile da quantificare mentre si fa la spesa. Come valutare, infatti, i pro e contro di tutte le varianti di una confezione (e.g. carta, plastica, vetro e metallo) in un mondo di comodità monouso?

Sappiamo che a livello globale i consumatori vogliono limitare la propria impronta ecologica. Come emerge dal recente global report sulla sostenibilità ambientale realizzato da Nielsen, l’81% delle persone afferma che le aziende dovrebbero impegnarsi a ridurre il proprio impatto ambientale lanciando o sponsorizzando programmi a sostegno del pianeta.

Allo stesso tempo, la maggior parte degli intervistati è consapevole del fatto che produciamo molta spazzatura. Purtroppo, però, ridurre gli sprechi e riciclare non sono attività semplici a livello individuale, tantomeno a livello industriale.

Ecco qualche consiglio per le aziende che si apprestano a lavorare sulla propria impronta ecologica in ottica proattiva.

Usare materiale riciclato e comunicarlo sui packaging

Fare bene, comunicarlo bene. Lo studio Nielsen Women & Diversity evidenzia per esempio la propensione del 70% degli italiani ad acquistare prodotti commercializzati da aziende che supportano cause ambientali.

Scegliere packaging facili da riciclare

Usare materiali facili da riciclare e comunicare chiaramente cosa può essere riciclato di una confezione e cosa no. In questo modo si possono anche incoraggiare i consumatori a comprendere meglio le infrastrutture dedicate al riciclaggio nella propria comunità, con opportuni riferimenti proprio sul packaging.

Investire in soluzioni innovative

Mantenere all’avanguardia le proprie confezioni in modo proattivo significa rimanere curiosi e a volte anche ascoltare i suggerimenti bottom-up. Un esempio locale? Il 69% degli italiani desidererebbe che i famosi sacchetti in bioplastica usati per l’acquisto dell’ortofrutta sfusa fossero disponibili in diversi formati e il 64% vorrebbe che fossero più robusti per poterli riciclare come sacchetti per i rifiuti organici.

Ci sono molti step che le aziende possono intraprendere in direzione “green”, dalla maggiore trasparenza sull’impatto ambientale della filiera a una maggiore informazione sui metodi di riciclo. La chiave è rendere i consumatori consapevoli delle attività intraprese in questo senso.

Per ulteriori insight segui questo webinar Nielsen che illustra la crescita dei prodotti ambientalmente sostenibili nel largo consumo.

Tagged:  CONSUMER  |  GLOBALE  |  ECOLOGICO