INSIGHTS

IL GIRO D’ITALIA: LA CORSA A TAPPE PREFERITA DAGLI ITALIANI
Report

IL GIRO D’ITALIA: LA CORSA A TAPPE PREFERITA DAGLI ITALIANI

La conclusione a sorpresa del #Giro100, la centesima edizione del Giro d’Italia, con un italiano sul terzo gradino del podio e un vincitore proveniente dai Paesi Bassi, ha tenuto milioni di italiani incollati a uno schermo. È stata una casualità, oppure il ciclismo attrae davvero i telespettatori?

Il ciclismo su strada è la disciplina più diffusa, praticata e seguita del ciclismo. Le competizioni, disputate solitamente da febbraio a ottobre, si dividono in due tipologie: corse di un giorno e corse a tappe. Le corse di un giorno, o «classiche», di maggior importanza a livello mondiale sono la Milano-Sanremo, il Giro delle Fiandre, la Parigi-Roubaix, la Liegi-Bastogne-Liegi e il Giro di Lombardia. Le corse a tappe di maggior rilevanza sono invece il Tour de France, il Giro d’Italia e la Vuelta a España.

Secondo il report  di Nielsen Sports, nel 2016 i tre principali eventi italiani di ciclismo hanno ottenuto una copertura televisiva complessiva di oltre 781 ore di dirette sulle emittenti italiane, raggiungendo un’audience live di 209 milioni di telespettatori.

Nel dettaglio, le performance del ciclismo in TV evidenziano una preferenza per il Giro d’Italia, con un totale di 662 ore di diretta e oltre 183 milioni di telespettatori, seguito dalla Tirreno-Adriatico con 103 ore e 12 milioni di telespettatori.

In base alla ricerca SponsorLink di Nielsen Sports, circa il 41% della popolazione italiana tra 16 e 59 anni  è interessata al ciclismo. Il 91% dei fan del ciclismo segue il Giro d’Italia, l’84% segue il Tour de France (), il 78% segue il Campionato Mondiale di Ciclismo e il 58% segue la Vuelta.

Gli appassionati di ciclismo in Italia sono principalmente individui di sesso maschile (65%) con un’età compresa tra i 30 e i 49 anni (41%). Circa il 35% ha un reddito mensile compreso tra 1.500 e 2.500€. Inoltre, rispetto alla popolazione totale, i fan del ciclismo hanno un tasso di occupazione maggiore (73%) e un più elevato livello di istruzione (il 36% di loro è laureato).

Il volume totale degli investimenti in sponsorizzazioni dei «Tre Grandi Giri» nel 2016 è stato pari a circa 49 milioni di euro. Prevalentemente i brand sponsor che hanno investito nel ciclismo provengono dalle seguenti categorie di prodotti/servizi : Finanza (15%), Automotive (14%), Accessori di lusso (14%), Gastronomia e alimentare (11%) e infine Negozi e catene di supermercati (9%).

Gli appassionati percepiscono il ciclismo principalmente come uno sport  ad alto livello di competitività (81%), con un profilo internazionale (80%) e caratterizzato da dinamicità (80%). Gli appassionati si differenziano dal totale a campione della popolazione italiana soprattutto  nelle seguenti  aree: «affascinante», «d’intrattenimento» e «per fare squadra», dove gli appassionati evidenziano un livello di attribuzione molto più significativo. 

Scarica report completo

Scarica subito il report

IL GIRO D’ITALIA: LA CORSA A TAPPE PREFERITA DAGLI ITALIANI

Per accedere al report completo, fornire le seguenti informazioni:

Ai sensi degli articoli 13 e 23 del D.Lgs 196/2003, dichiaro di aver preso visione dell’ informativa relativa al trattamento dei miei dati ed esprimo il consenso al trattamento degli stessi da parte di The Nielsen Company (Italy) S.r.l. per gli scopi indicati nell’informativa di cui sopra e in particolare al trattamento dei dati personali al fine dell’erogazione dei servizi riservati agli utenti registrati.