INSIGHTS

Il ruolo delle donne nella società di oggi e di domani
Notizie

Il ruolo delle donne nella società di oggi e di domani

Le grandi tendenze relative al ruolo della donna a livello globale e locale sono il tema centrale presentato da Nielsen a Varsavia in occasione del Global Summit for Women.

In futuro, le donne rappresenteranno il fattore chiave nella crescita e nel cambiamento a livello mondiale: entro il 2020, in tutto il mondo la capacità di spesa dei consumatori di sesso femminile sarà pari a 28 mila miliardi di dollari, mentre nei prossimi due anni ulteriori 90 milioni di donne entreranno nel mercato del lavoro (Fonte: Harvard Business Review). Attualmente il ruolo della donna nelle società di tutto il mondo  è soggetto a enormi cambiamenti di tipo culturale, economico, religioso e politico; nessuno può permettersi di ignorare questa trasformazione strutturale.

Le grandi tendenze a livello globale e locale si riferiscono a diversi gradi di fiducia dei consumatori e includono il vertiginoso espandersi della classe media (specialmente in Africa e in Asia), l’aumento della popolazione nei centri urbani, l’attenzione crescente alle tematiche legate alla sostenibilità, la migrazione dei centri di potere geopolitici ed economici dai Paesi occidentali a quelli orientali in un contesto sempre più connesso e dipendente dalla tecnologia.

Tra i temi di maggior rilievo, è stato evidenziato:

  • In cinque anni il fatturato globale prodotto dalle donne raddoppierà rispetto al PIL di Cina e India messe assieme
  • Se al crescente potere economico si aggiungono i cambiamenti e le conquiste che stanno ottenendo nel mondo del lavoro e in politica, appare evidente che in un futuro molto vicino le donne si troveranno nella posizione di esercitare una sempre maggiore influenza che non ha precedenti rispetto al passato
  • La connettività a libello globale è entrata a far parte del nostro DNA. Il numero di donne che ha accesso ai dispositivi mobili è in costante aumento tanto da avere un impatto significativo sulle dinamiche legate al loro sviluppo e al potere economico
  • I consumatori prestano sempre maggiore attenzione ai temi legati alla sostenibilità, specialmente nei Paesi orientali e nelle economie emergenti: il 20% delle donne è disposto a spendere di più acquistando prodotti di brand impegnati a favore della sostenibilità, mentre il 28% dichiara di selezionare i prodotti da acquistare anche in base agli ingredienti che li compongono (freschi, naturali e/o organici, less/more, ecc)
  • Le donne assumeranno un ruolo di cambiamento sempre più importante nella crescita delle nostre società a livello mondiale, tanto che sarà fondamentale riuscire a creare un ecosistema in cui le ambizioni e le priorità diverse da quelle degli uomini siano soddisfatte: ad esempio, “fare soldi”, la seconda più grande ambizione degli uomini, non trova posto tra i desideri maggiori delle donne, che sono la forma fisica e la salute, passare tempo con la propria famiglia e viaggiare. 
Tuttavia le donne sono meno ottimiste rispetto agli uomini riguardo alla loro situazione personale e alle prospettive economiche del proprio Paese. Secondo quanto riportato nell’ultimo Nielsen Consumer Confidence Index le donne registrano un punteggio di 94 a fronte di un livello di fiducia pari a 101 negli uomini (un punteggio superiore a 100 indica un grado di ottimismo; inferiore a 100, un livello di pessimismo). Con riferimento al livello di fiducia per i prossimi 12 mesi, soltanto il 43% delle donne dichiara di essere ottimista riguardo alle prospettive legate al lavoro, rispetto al 51% relativo agli uomini; il 54% è ottimista per quanto riguarda la propria situazione economica, contro il 59% registrato tra gli uomini.

Il Global Summit for Women è il forum internazionale più importante in materia di scambio di best practice volte ad accelerare i progressi economici delle donne su scala internazionale. Ribattezzato come la “Davos delle donne”, il summit annuale è giunto alla sua 26ma edizione; vi hanno preso parte più di 1.000 donne provenienti da 60/70 Paesi diversi: imprenditrici, esponenti di governo e anche 30 Ministre.