Centro notizie > Azienda

Storie di tempesta in prima linea: L'audio è un'ancora di salvezza durante l'uragano Maria

2 minuti di lettura | Giugno 2018

Con l'inizio dell'estate inizia anche la stagione degli uragani e l'importanza della radio non è più evidente di quando si verifica un disastro naturale. La radio ha la capacità unica di raggiungere aree remote durante le catastrofi e, quando si tratta di fornire comunicazioni e informazioni, la radio rimane un'ancora di salvezza per le persone più vulnerabili in tempi di crisi.

L'autunno del 2017 è stata una delle stagioni degli uragani atlantici più attive mai registrate e a Porto Rico, che ha subito danni immensi a causa di diverse tempeste, il processo di recupero e ricostruzione continua ancora oggi. La forza della radio dopo l'uragano a Porto Rico ha dato vita a un aumento di oltre 100.000 ascoltatori di notizie radiofoniche sull'isola.

A Porto Rico, che è un mercato di riferimento per la radiofonia Nielsen, l'indagine dell'inverno 2018 appena pubblicata rivela un aumento dell'ascolto delle stazioni radiofoniche in formato news a seguito delle turbolenze meteorologiche dello scorso anno.

Nel sondaggio invernale sono stati restituiti più di 3.000 diari, oltre 800 con commenti e 55 con feedback sulla necessità di usare la radio durante la tempesta.

Questi commenti riflettono le storie personali di coloro che hanno sopportato la devastazione di questo uragano e che alla fine hanno visto nella radio l'ancora di salvezza di cui avevano bisogno per comunicare con la famiglia e gli amici. Alcuni commenti di chi ha tenuto il diario durante il sondaggio:

"Sono un fedele seguace delle stazioni AM perché mi tengono aggiornato su Porto Rico quando si è abbattuto l'uragano Maria. Molte persone ascoltavano la radio, perché era l'unico mezzo per sapere come stavano parenti e amici e per tenermi compagnia. È quindi un mezzo di comunicazione eccellente, che ascolto da quando ero bambina. Grazie per avermi permesso di partecipare".

"A causa degli uragani Irma e Maria, i mezzi di comunicazione a Porto Rico sono stati danneggiati e le uniche stazioni (che potevamo ancora ricevere) erano radio WKAQ e WAPA che fornivano molte informazioni e che ascolto ancora oggi".

"Nel momento del bisogno a causa degli uragani Irma e Maria, la radio è stata fondamentale per fornire informazioni sulla situazione a Porto Rico e per tenerci informati sui nostri amici e familiari, dato che abbiamo perso tutte le comunicazioni, in particolare la radio WKAQ e WAPA".

"Le stazioni radio che ho ascoltato negli ultimi tre mesi sono dovute all'uragano Maria. Prima dell'uragano guardavo solo la TV. Mi piace molto questo cambiamento nella mia vita e ho continuato a seguire questa abitudine".

Queste storie sono solo una piccola istantanea che riflette l'esperienza umana dietro questa catastrofe e il ruolo fondamentale della radio nel fornire informazioni essenziali, notizie sui propri cari e persino compagnia durante questo disastro naturale. Non sorprende, quindi, che l'audio rimanga il mezzo di comunicazione settimanale più diffuso, con Il 93% degli adulti statunitensi ascolta la radio ogni settimana.

Credito fotografico: Marjorie Sanjurjo.