Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Rapporto TV più grandi, DVR e Wi-Fi tra le tendenze tecnologiche domestiche più interessanti degli Stati Uniti

2 minuti di lettura | Ottobre 2010

Il vorace appetito degli americani per l'intrattenimento domestico e la tecnologia continua ad espandersi ed evolversi, così come i dispositivi, i gadget e gli accessori che supportano questa voglia. Il Rapporto Nielsen sulla tecnologia domestica per il secondo trimestre 2010 identifica le principali tendenze tecnologiche che si sono affermate e quelle che si sono raffreddate, sulla base di un'analisi biennale delle tendenze dei dati autodichiarati.

L'indagine si basa su un campione di 1.372 famiglie. Per raccogliere le informazioni dalle famiglie del campione sono state utilizzate interviste telefoniche, utilizzando un sistema di interviste telefoniche assistite da computer (CATI). Le interviste sono state condotte con un membro della famiglia scelto a caso di almeno 12 anni.

Tendenze calde:

  • TV più grandi e migliori

    I televisori aggiornati, con schermi più grandi di 41 pollici e una migliore risoluzione, continuano ad arricchire le sale domestiche. In particolare, gli apparecchi HDTV sono aumentati del 26,9% e gli schermi piatti LCD del 48,2% dal terzo trimestre 2008 al secondo trimestre 2010.

  • Accesso a Internet da casa

    L'accesso a Internet e alla banda larga nelle abitazioni continua ad aumentare, con un incremento rispettivamente del 2,5% e del 3,8% tra il primo e il secondo trimestre del 2010. Attualmente, l'85,3% degli americani dispone di un qualche tipo di accesso a Internet da casa e/o dal lavoro.

  • Casa Wi-Fi

    La libertà della connettività non vincolata favorisce il proseguimento della tendenza al wireless. La presenza di una rete wireless in casa è aumentata dell'8,2% dal primo al secondo trimestre del 2010 e del 24% in otto trimestri.

  • Videoregistratori digitali

    I programmi impegnativi hanno reso la visione in differita un must per il 40% delle case statunitensi che attualmente possiedono un dispositivo DVR. E l'adozione del DVR continua, con un aumento del 14,5% dal primo al secondo trimestre 2010.

  • Lettori MP3

    Quasi la metà (46%) di tutte le case statunitensi possiede almeno un lettore MP3. L'iPod di Apple è ancora l'attore dominante in questa categoria, con il 63% di tutte le famiglie che possiedono un lettore MP3.

  • iPad Apple

    L'iPad di Apple è stato lanciato il 3 aprile 2010 ed è stato aggiunto al sondaggio Nielsen Home Technology Report poco dopo (maggio 2010). Secondo il rapporto Q2, il 3,6% delle case statunitensi possiede oggi un iPad e questa tendenza sarà seguita da vicino.

Tendenze di raffreddamento:

  • Radio satellitare

    Sebbene l'audio cristallino, le playlist ininterrotte e l'accesso ovunque rendano la radio satellitare un'esperienza allettante, negli ultimi otto trimestri ha registrato una crescita modesta, pari ad appena il 5,5%.

  • Registratori di cassette video

    I videoregistratori continuano a scomparire dalle case degli Stati Uniti, poiché i DVR e i lettori DVD offrono maggiori funzionalità e una migliore chiarezza di riproduzione a un prezzo sempre più accessibile. Se si aggiunge il fatto che gli studi cinematografici statunitensi non pubblicano più film in formato VHS, si può prevedere che il videoregistratore diventerà solo un'altra curiosità per una generazione digitale che non ha più familiarità con le tecnologie analogiche di ieri. Attualmente, il possesso del videoregistratore nelle case degli Stati Uniti è pari al 70,2%, con un calo del 10,6% rispetto al terzo trimestre del 2008, quando era pari al 78,5%.

  • Lettori di dischi video digitali

    I lettori DVD sono scesi dello 0,6% dal 1° trimestre 2010 al 2° trimestre 2010. Con l'87,9% delle case statunitensi che già possiede un lettore DVD, la fase di crescita "calda" dei lettori DVD è passata da tempo.

  • Assistenti digitali personali

    Anche il PDA sta diventando un oggetto raro nelle famiglie statunitensi. Il possesso di PDA è diminuito del 25,5% dal terzo trimestre del 2008 e probabilmente continuerà. La costante diminuzione della quota di mercato dei PDA è dovuta in gran parte allo smartphone, che offre sia capacità di calcolo portatile che telefono.