02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Pubblico

Gli afroamericani combinano la tradizione con un approccio multimediale allo shopping

4 minuti di lettura | Novembre 2016

Il cibo è uno dei più importanti connettori culturali per gli acquirenti afroamericani di tutte le età. E con l'avvicinarsi delle festività, è il momento più bello dell'anno, soprattutto per i commercianti e i dettaglianti che cercano di attirare questi acquirenti esperti.

Come illustrato nel rapporto Young, Connected and Black di Nielsen, le tradizioni culturali legate al cibo si tramandano di generazione in generazione all'interno della comunità afroamericana. Le ricette possono variare, ma ci sono dei prodotti di base che si riflettono ancora oggi nelle abitudini di acquisto degli afroamericani. Per esempio, gli afroamericani acquistano carni fresche come maiale, pollo e tacchino, e verdure come verdure fresche e cavoli in percentuale maggiore rispetto ai non afroamericani. I Millennial neri hanno articoli simili nei loro carrelli, ma la loro predilezione per i fagiolini freschi e il pollo fresco spicca rispetto alle loro controparti non afroamericane.

Inoltre, i Millennial afroamericani e le generazioni nere più anziane acquistano più articoli di cucina "fatti in casa" rispetto ai non afroamericani. Tra gli articoli più richiesti ci sono accorciamento e olio; spezie, condimenti ed estratti; zucchero e sostituti dello zucchero; sciroppi e melassa; miscele da forno e carne congelata non preparata, verdure e cereali secchi. Sono tutti articoli che si trovano più comunemente nei piatti preparati per le tavole delle feste nelle famiglie afroamericane. In questa stagione, i commercianti e i rivenditori dovrebbero prendere in considerazione strategie che uniscano le tradizioni con l'esperienza di acquisto in negozio, ad esempio offrendo dimostrazioni dal vivo di piatti preparati e promuovendo in modo incrociato gli ingredienti pronti per i pasti in tutto il negozio.

CUCINARE DA ZERO È APPREZZATO, MA LA VELOCITÀ E L'EFFICIENZA SONO FONDAMENTALI

Quando si tratta di cucinare e cenare, i Millennial afroamericani e le vecchie generazioni di colore hanno sentimenti molto simili, e non solo durante le feste. Quasi tre quarti di entrambe le fasce d'età affermano di cucinare spesso durante la settimana. Entrambi i gruppi di età, inoltre, pianificano le cene in anticipo e amano cucinare con ingredienti freschi.

Quando gli afroamericani non cucinano i pasti delle feste o delle occasioni speciali, il loro stile di vita quotidiano influenza le loro abitudini culinarie. Gli afroamericani impegnati sono sempre in movimento e hanno bisogno di soluzioni pratiche per i pasti. Più della metà dei Millennial afroamericani concorda sul fatto che le cene surgelate sono una comoda alternativa per i pasti veloci. Se si considera che il 58% dei Millennial afroamericani afferma di consumare spesso i pasti di corsa, non sorprende che il 92% di loro dichiari di aver visitato un ristorante a servizio rapido negli ultimi 30 giorni, una percentuale che rispecchia quella dei Millennial non afroamericani (91%). Questo bisogno di rapidità e convenienza spiega perché gli afroamericani acquistano carni, frutti di mare e verdure surgelate non preparate in misura maggiore rispetto ai non afroamericani. La combinazione del desiderio degli afroamericani di cibi freschi e del bisogno di velocità offre ai marchi e ai distributori un'opportunità di innovazione e di sviluppo di nuovi prodotti nel settore del consumo sano e conveniente.

CANALI DI ACQUISTO AD ALTA FREQUENZA

Per quanto riguarda la frequenza dei canali di acquisto, i Millennial afroamericani e le generazioni più anziane hanno preferenze diverse. I Millennial neri spendono il 14% in più quando fanno acquisti rispetto alle generazioni nere più anziane, mentre i consumatori neri più anziani fanno più viaggi, acquistando il 23% in più rispetto alle loro controparti più giovani.

Convenienza e prezzo spesso dominano le decisioni di acquisto degli afroamericani in generale, ma i Millennials neri fanno acquisti più frequentemente nei drugstore e nei dollar store rispetto alla popolazione totale degli Stati Uniti. Nel complesso, gli afroamericani si recano spesso nei minimarket, nelle stazioni di servizio e nei negozi di alimentari. Una cosa da tenere presente è che non sempre si tratta di preferenze, poiché in molti quartieri afroamericani questi sono i negozi più vicini e talvolta gli unici disponibili. Ed è in parte per questo che gli scaffali di questi negozi convenienti spesso assomigliano alle corsie dei negozi di alimentari tradizionali e di altri rivenditori.

OCCASIONI ABBONDANTI - UN APPROCCIO MULTIPIATTAFORMA

Tutti amano i buoni affari e gli afroamericani non fanno eccezione. Pertanto, quando si tratta di raggiungere i consumatori afroamericani, è importante un approccio multipiattaforma. Gli afroamericani di tutte le età concordano sul fatto che la pubblicità sui media che utilizza più fonti fornisce loro informazioni significative o utili. Ma anche con un approccio multipiattaforma, la pubblicità in TV è ancora la fonte più popolare di informazioni sulle occasioni tra i Millennials afroamericani e le generazioni nere più anziane. Una percentuale maggiore di consumatori neri più anziani afferma che la pubblicità sulla carta stampata, come riviste e quotidiani, è una fonte utile per le informazioni sulle vendite, mentre la pubblicità sui telefoni cellulari, la radio e Internet si distingue per i Millennial afroamericani.

Il prezzo è un fattore importante nelle decisioni di acquisto di molti afroamericani. Il 53% dichiara che cambierebbe volentieri marca per utilizzare un buono sconto e il 62% dichiara che acquisterebbe marche commerciali o private label invece dei prodotti di marca quando sono in offerta. Il 70% è d'accordo sul fatto che i prodotti generici o a marchio commerciale sono altrettanto efficaci di quelli di marca, il che rappresenta un cambiamento di atteggiamento rispetto a quanto rilevato dalle precedenti indagini di Nielsen sugli afroamericani e sul loro atteggiamento di fedeltà al marchio. I marchi dovrebbero prendere nota di questa nuova realtà, secondo cui gli acquirenti afroamericani stanno bilanciando sia la fedeltà che il prezzo nelle loro considerazioni di acquisto.

Pur essendo importante, il prezzo non è l'unico fattore che gli acquirenti afroamericani considerano quando fanno acquisti. Sia i Millennial afroamericani sia le generazioni nere più anziane concordano nel ritenere che una serie di altri fattori siano altrettanto importanti nei loro criteri di scelta per gli acquisti, come i consensi delle celebrità, le ultime tendenze, l'influenza di amici e familiari e l'immagine del marchio. I Millennial di colore possono anche essere forti sostenitori e influenzatori dei marchi, dato che il 45% concorda sul fatto che amano condividere le loro opinioni su prodotti e servizi pubblicando recensioni e valutazioni online, una percentuale superiore del 24% rispetto al totale dei Millennial statunitensi.

Per ulteriori approfondimenti, scaricare il rapporto Nielsen Young, Connected and Black.

Continua a sfogliare approfondimenti simili