02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

Abbracciare sistemi di identità democratizzati in un mondo senza cucina

1 minuto di lettura | Aprile 2021

Il mondo di oggi celebra ciò che ci rende tutti diversi e i marketer devono portare avanti questo concetto nell'ecosistema dei media, ma conoscere i propri consumatori può sembrare difficile nel contesto delle emergenti normative sulla privacy. Nell'ecosistema pubblicitario tradizionale, i marchi e i proprietari di contenuti hanno potuto utilizzare fonti di dati esterne come i cookie di terze parti e gli identificatori gratuiti di dispositivi o browser per indirizzare e misurare il proprio pubblico. Ma quando questi gruppi pensano al futuro della pubblicità senza cookie di terze parti, dovranno rivalutare le fonti e la qualità dei loro dati di identità.

Per i proprietari di marchi e contenuti esistono due strade per stabilire connessioni con i consumatori: affidarsi a un unico ID/definizione comune del pubblico che regola tutto o sfruttare molti ID e set di dati che possono imparare e adattarsi per formare una visione completa del pubblico. Per capire quale sarà l'approccio di maggior successo, abbiamo parlato con Matt Krepsik, General Manager, Planning and Outcomes Products di Nielsen, del perché l'adozione di un approccio democratizzato agli identificatori aiuterà i marketer a costruire relazioni dirette con le loro diverse basi di consumatori attraverso le piattaforme.

 

Per saperne di più sul Nielsen ID System, un nuovo approccio che modernizza gli asset di dati, le integrazioni dirette e le tecnologie in modo che gli inserzionisti e gli editori siano in grado di comprendere l'intero percorso del consumatore attraverso le piattaforme, ottimizzare la spesa e dimostrare l'impatto della pubblicità con longevità e flessibilità.

Continua a sfogliare approfondimenti simili

I nostri prodotti possono aiutare voi e la vostra azienda