02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Sport e giochi

I top del 2017: Commercializzazione degli atleti professionisti

3 minuti di lettura | Dicembre 2017

Non è un segreto che le vittorie contribuiscano ad aumentare il potere di sponsorizzazione degli atleti professionisti. Ma nel 2017, alcuni dei più grandi nomi dello sport sono stati in grado di elevare il loro status di celebrità e la loro commerciabilità anche quando non erano in gara.

Diversi testimonial di marchi importanti hanno trascorso del tempo in panchina a causa di infortuni. Altri hanno annunciato che non gareggeranno a tempo pieno nel 2018. A titolo di paragone, tuttavia, la persona al primo posto nella classifica statunitense di quest'anno dei migliori atleti per N-Score si è guadagnata lo status di "superuomo" vincendo un torneo di tennis del Grande Slam con un bambino a bordo.

Il talent tracker N-Score di Nielsen valuta il potenziale di endorsement e di casting di attori, atleti, musicisti e altre celebrità negli Stati Uniti, tenendo conto della consapevolezza e della simpatia e di altri 10 attributi quali: "influente", "modello di ruolo" e "trendsetter". I valori dell'N-Score variano da 1 a 100.

Dopo aver vinto gli Australian Open a gennaio, la star del tennis Serena Williams ha rivelato di essere incinta di otto settimane durante la competizione. Con un N-Score di 83, è stata in cima a tutti gli atleti professionisti del 2017 nell'N-Score Talent Tracker, anche dopo aver preso il congedo di maternità e aver trascorso il resto dell'anno.

La Williams ha più di 22,6 milioni di follower sui social media ed è stata l'atleta donna più pagata nel 2017, secondo Forbes. Intel è stata una delle ultime organizzazioni a firmare contratti di sponsorizzazione con la Williams, unendosi a marchi come Beats by Dre, Gatorade, JPMorgan Chase, Nike e Tempur-Pedic.

Gli eventi che hanno cambiato la sua vita fuori dal campo sono stati ampiamente condivisi sui social media. L'annuncio della nascita della piccola Alexis ha generato più di 1,1 milioni di like e 35.000 commenti su Instagram. E una foto di lei in abito da sposa ha ottenuto più di 833.000 like e 12.000 commenti. Se un marchio avesse sponsorizzato questo particolare post sul matrimonio utilizzando un hashtag, il valore mediatico avrebbe superato i 66.000 dollari, secondo una valutazione di Nielsen Sports sui social media.

Venus, la maggiore delle sorelle Williams, si è piazzata al secondo posto della classifica con un N-Score di 79, in crescita di tre punti nell'anno, grazie a una stagione tennistica in rimonta. È arrivata seconda a Serena agli Australian Open e ha raggiunto il turno finale di Wimbledon nel 2017. Venus Williams ha più di 4,8 milioni di follower sui social media e collabora con Electronic Arts, Kraft, Ralph Lauren, Tide e Wilson.

LeBron James (N-Score 76) ha portato i Cleveland Cavaliers alla terza partecipazione consecutiva alle finali NBA nel 2017 e guida tutti gli atleti statunitensi in termini di commerciabilità del marchio attraverso i social media con oltre 96,9 milioni di follower sui social media. Come Serena Williams, James ha aggiunto Intel alla sua lista di contratti di sponsorizzazione, che comprende anche un contratto a vita da 1 miliardo di dollari con Nike e accordi con Beats by Dre, Coca-Cola, Kia Motors e Verizon.

Il giocatore della NFL con il più alto N-Score (76) è il due volte Super Bowl Most Valuable Player, Eli Manning. La sua striscia di partenze consecutive da parte di un quarterback si è interrotta quando è stato messo in panchina per una partita a novembre. Il modo in cui Manning ha gestito questa controversa mossa del roster ha generato molte conversazioni e sostegno sui social media. Il suo portafoglio di sponsorizzazioni comprende DirecTV, Gatorade, Nike e Toyota.

Subito dopo Manning c'è il quattro volte MVP del Super Bowl Tom Brady, che ha guidato i New England Patriots alla vittoria in rimonta nel Super Bowl LI a febbraio. Data la sua bancabilità, l'N-Score di Brady è aumentato di sei punti rispetto all'anno precedente, chiudendo il 2017 a 75 (a pari merito con altri tre atleti). Brady ha contratti di sponsorizzazione con Under Armour e UGG. I suoi follower sui social media sono 7,5 milioni. Nel 2017 il quarantenne quarterback ha pubblicato il suo primo libro che illustra il suo approccio alla salute e alla forma fisica a lungo termine.

Tra i primi 10 atleti professionisti per N-Score nel 2017 figurano anche il playmaker dei Golden State Warriors Stephen Curry (N-Score 75); il quarterback dei Green Bay Packers Aaron Rodgers (N-Score 75); i piloti NASCAR Danica Patrick (N-Score 75) e Dale Earnhardt, Jr. (N-Score 73); e il defensive end degli Houston Texans J.J. Watt (N-Score 73), che ha subito un infortunio alla gamba che ha concluso la stagione, ma ha raccolto più di 37 milioni di dollari per i soccorsi contro l'uragano nella zona di Houston.

Continua a sfogliare approfondimenti simili