Centro notizie > Azienda

Esplorare i cambiamenti di paradigma nella ricerca sulla misurazione

3 minuti di lettura | Ottobre 2016
Saul Rosenberg
Saul Rosenberg, responsabile dei contenuti

L'estate scorsa abbiamo lanciato il primo numero del Giornale Nielsen di misurazione, una nuova pubblicazione dedicata al lavoro di misurazione tecnica e metodologica che si svolge ogni giorno in Nielsen. Oggi pubblichiamo il secondo numero.

I progressi tecnici possono essere generalmente classificati in due gruppi: quelli che cercano modi innovativi per adattare i sistemi e i processi esistenti alle esigenze di un mercato in evoluzione; e quelli che portano una prospettiva completamente nuova, aprendo la porta a capacità del tutto inedite.

Non è diverso nel mondo della misurazione. In decenni di evoluzione, l'industria delle ricerche di mercato ha sviluppato sistemi straordinari per comprendere il comportamento dei consumatori. Oggi, questi sistemi ci permettono di misurare l'attività di acquisto e di visione dei media con una precisione e una granularità molto maggiori rispetto al passato; nel numero inaugurale della rivista, abbiamo offerto esempi di quanto si siano sviluppati alcuni di questi sistemi e processi. In questo numero, rivolgiamo la nostra attenzione ai progressi tecnici del secondo tipo: tecniche completamente nuove che costituiscono un cambiamento di paradigma nel modo in cui affrontiamo le ricerche di mercato.

Uno di questi cambiamenti di paradigma riguarda l'adozione di tecniche di neuroscienza nella sfera commerciale. In un articolo di Michael E. Smith e Carl Marci, esaminiamo gli strumenti e le tecniche dell'odierna neuroscienza del consumatore, le teorie a cui si ispirano e i comportamenti dei consumatori e le dinamiche di mercato che stanno contribuendo a svelare, in particolare nel campo della pubblicità video. Questo documento illustra anche i recenti progressi che abbiamo fatto applicando una serie di strumenti diversi agli stessi casi di studio.

Un altro cambiamento di questo tipo deriva dalla nostra capacità di eseguire analisi dell'efficacia degli annunci pubblicitari a un livello di precisione senza precedenti, combinando l'enorme quantità di dati generati dall'ampia adozione delle carte fedeltà dei negozi con una comprensione dettagliata dell'esposizione degli individui alle campagne pubblicitarie. In un articolo di Paulina Berkovich e Leslie Wood, esaminiamo i processi coinvolti nella conduzione di questo tipo di analisi dei dati da un'unica fonte oggi.

Infine, in un articolo di Tamas Gaspar e Siew-Sim Lim, condividiamo i dettagli di un progetto proof-of-concept nel Regno Unito, in cui stiamo sperimentando l'uso di fotocamere per smartphone, algoritmi avanzati di lettura ottica dei caratteri e moderne tecniche di crowdsourcing per catturare gli scontrini della spesa direttamente dai consumatori. Queste tecniche consentono di semplificare la raccolta di dati dai consumatori e di raccogliere dati sugli acquisti laddove i dati dei punti vendita non sono facilmente disponibili.

Come nel numero inaugurale della rivista, iniziamo questo numero con quattro "istantanee". Questi brevi resoconti forniscono aggiornamenti su ciò che stiamo lavorando in aree importanti, e speriamo di svilupparli in trattamenti completi nei prossimi numeri della rivista.

Per un'analisi di alcuni dei lavori più innovativi che Nielsen sta svolgendo oggi nel campo delle ricerche di mercato, consultate il volume 1, numero 2 del Nielsen Journal of Measurement.