Passa al contenuto
02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Mercati e finanze

I consumatori mostrano un forte interesse per l'acquisto di auto elettriche, ma sono riluttanti sul prezzo

3 minuti di lettura | Ottobre 2010

Un nuovo sondaggio di The Nielsen Company mostra che la maggior parte dei consumatori statunitensi e britannici prenderebbe in considerazione l'acquisto di un veicolo elettrico - un'auto alimentata da un motore elettrico a batteria invece che da un motore a benzina. Tuttavia, molti consumatori soffrono di shock da bacchettata quando scoprono il prezzo della guida di un'auto "verde".

Alla domanda se sarebbero disposti a pagare di più per un'auto elettrica rispetto al costo di un'auto tradizionale, il 65% dei consumatori statunitensi ha dichiarato di non voler pagare di più per le auto elettriche. Nel Regno Unito, più di tre quarti (76%) non erano disposti a pagare di più. Tra coloro che hanno accettato la differenza di prezzo, poco più della metà dei consumatori di entrambi i Paesi (51% negli Stati Uniti, 57% nel Regno Unito) ha dichiarato che non sarebbe disposta a pagare più di 5.000 dollari in più rispetto al prezzo medio di un veicolo standard.

"Sebbene le auto elettriche siano in circolazione da un po' di tempo, le grandi case automobilistiche come Chevrolet e Nissan hanno recentemente intensificato i loro sforzi pubblicitari in vista della presentazione delle loro nuove offerte, la Chevrolet Volt e la Nissan Leaf", ha dichiarato Sallie Hirsch, vicepresidente della ricerca per l'unità automotive di Nielsen. Ci sono alcune sfide ovvie, come il costo più elevato delle auto elettriche, che gli inserzionisti dovranno affrontare nello sviluppo delle loro campagne di marketing, ma l'interesse generale mostrato dai consumatori in questo sondaggio è promettente". Man mano che i veicoli elettrici si diffonderanno e diventeranno sempre più popolari, il loro costo probabilmente scenderà e anche molte delle altre sfide saranno affrontate".

Attraverso i suoi strumenti di efficacia pubblicitaria e di coinvolgimento, Nielsen ha iniziato a misurare i nuovi spot televisivi nazionali che hanno debuttato il mese scorso per la Nissan Leaf. Gli spot della Leaf fanno parte della nuova campagna di Nissan "Innovazione per tutti", che ha guadagnato trazione attraverso le principali metriche di risonanza di Nielsen per il richiamo e la simpatia.

L'aumento della pubblicità è un segno di ripresa dell'industria automobilistica, che ha faticato a causa della prolungata recessione e della debole fiducia dei consumatori. Tra le prime 20 categorie di prodotti per la spesa pubblicitaria negli Stati Uniti, la crescita maggiore nella prima metà del 2010 è stata registrata nel settore automobilistico, grazie alla ripresa delle vendite di auto. Secondo Nielsen, nei primi sei mesi dell'anno sono stati spesi negli Stati Uniti oltre 42 milioni di dollari per pubblicizzare i marchi Chevy Volt e Nissan Leaf. Complessivamente, nella prima metà del 2010 sono stati spesi 3,5 miliardi di dollari per la pubblicità del settore automobilistico, con un aumento del 27% rispetto all'anno precedente. L'aumento della pubblicità nel settore automobilistico è stato determinato soprattutto dalla spesa della casa madre Chevrolet, General Motors, che ha registrato un incremento del 95% rispetto all'anno precedente.

Nonostante il modesto miglioramento della fiducia dei consumatori e il conseguente aumento delle vendite di auto, l'indagine Nielsen sulle auto elettriche, condotta a settembre su oltre 2.300 persone negli Stati Uniti e nel Regno Unito, ha anche dimostrato che i prezzi gonfiati del gas continuano a pesare sulla mente dei consumatori afflitti dalla recessione quando prendono in considerazione l'acquisto di una nuova auto. Infatti, nonostante la spinta globale verso la scelta di auto più efficienti dal punto di vista dei consumi e più rispettose dell'ambiente, il 78% dei consumatori sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito ha dichiarato che il motivo principale per cui desiderava acquistare un'auto elettrica era "risparmiare sui costi del carburante". L'aiuto all'ambiente è al secondo posto nell'elenco delle priorità dei consumatori. Sebbene i consumatori britannici (70%) siano più numerosi di quelli statunitensi (63%) a citare l'ambiente come motivo per l'acquisto di un'auto elettrica, gli intervistati statunitensi hanno dichiarato di voler acquistare un'auto elettrica per sostenere le aziende produttrici di veicoli, con una probabilità superiore del 60% rispetto ai loro omologhi britannici.

Tag correlati:

Continua a sfogliare approfondimenti simili