02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Mercati e finanze

Gli australiani si metteranno in gioco e cambieranno banca?

3 minute read | Jo Brockhurst, Nielsen Financial Services Lead | Novembre 2019

Gli australiani non sono ancora pronti a passare dai comportamenti bancari tradizionali alla nuova esperienza di una neobanca solo mobile. Sebbene un australiano su due si dichiari disponibile a passare dall'attuale istituto finanziario principale a una neobanca, c'è ancora molto da fare per cambiare la cultura e l'alfabetizzazione finanziaria australiana. Le offerte digitali delle banche tradizionali e delle banche digitali sono al centro dei cambiamenti positivi in questo settore. Prevediamo che la consapevolezza delle neobanche crescerà di conseguenza, ma al momento stanno ancora consolidando la loro posizione sul mercato. Le neobanche devono continuare a costruire la loro brand equity per essere considerate nel portafoglio finanziario dei consumatori australiani. 

Una delle maggiori sfide che le banche tradizionali devono affrontare è l'insoddisfazione. Con oltre 3,1 milioni di australiani che hanno espresso insoddisfazione nei confronti del loro principale istituto finanziario negli ultimi 12 mesi, è fondamentale che gli istituti finanziari si occupino dei loro clienti disimpegnati e insoddisfatti. Se si confrontano gli attributi del marketing e del marchio dell'attività bancaria tradizionale con le esperienze reali, risulta evidente che esiste un enorme divario di promesse tra ciò che il cliente si aspetta e ciò che viene fornito. Se questo problema non viene affrontato con sufficiente rapidità, si creano opportunità per le banche digitali di rivolgersi a questi potenziali clienti. 

L'insoddisfazione dei consumatori nei confronti delle banche è aumentata del 3% rispetto all'anno scorso, con un aumento tra coloro che operano con le "quattro grandi" (+6%). Con la copertura mediatica della Banking Royal Commission, l'open banking e la nuova concorrenza di mercato, è ora più facile per i consumatori trovare un altro istituto che risponda meglio alle loro esigenze bancarie. Attualmente, il numero di australiani che intendono cambiare il proprio istituto finanziario principale nei prossimi sei mesi è pari al 12% (2,5 milioni di australiani), con un aumento del 9% rispetto a un anno fa (2,19 milioni).

2,5 milioni di australiani intendono cambiare il loro principale istituto finanziario nei prossimi sei mesi

ATTUALE CONSAPEVOLEZZA DELLE NEOBANCHE

Sebbene le neobanche siano poco diffuse in Australia, la loro conoscenza sta crescendo. Tra i consumatori australiani che hanno sentito parlare di neobanche, il 46% è in grado di ricordare il nome di un marchio, e Xinja è il marchio più noto con il 19% di consapevolezza rispetto ad altri marchi quando i consumatori sono stati sollecitati.

Tuttavia, se consideriamo la conoscenza del marchio delle neobanche non richiesta, il primo posto è occupato da Volt Bank (27%), Xinja (26%) e Q Pay (24%), i primi tre marchi ricordati da questo gruppo. 

Le neobanche sono ancora relativamente nuove in Australia. Date le condizioni fluttuanti del settore dei servizi finanziari negli ultimi due anni, il mercato australiano è maturo per il successo delle neobanche. Sebbene tutto ciò sembri una nube scura gettata sul settore bancario tradizionale, dobbiamo ancora vedere quante persone punteranno effettivamente su una neobanca per cambiare il loro principale istituto finanziario. 

Continua a sfogliare approfondimenti simili

I nostri prodotti possono aiutare voi e la vostra azienda