02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Sport e giochi

Gioco: I videogiochi sono un punto fermo nella dieta mediatica dei millennial

3 minuti di lettura | Giugno 2019

Si è scritto molto su come i Millennials stiano trovando il loro posto di lavoro, creando famiglie e aumentando il loro potere economico. Ma questo non significa che siano solo affari. Infatti, i Millennials sono stati la prima generazione a crescere con un accesso diffuso ai videogiochi e sono giocatori attivi come lo erano quando sono cresciuti, se non di più.

Quanto sono importanti i videogiochi per i Millennials? Secondo il nostro ultimo rapporto Millennials on Millennials, che si concentra sul consumo di videogiochi da parte di questa fascia demografica, due Millennials su tre negli Stati Uniti giocano ai videogiochi ogni mese.

È importante notare che i Millennials non sono interessati solo a giocare ai videogiochi. Amano anche guardare gli altri giocare. Secondo il nuovo rapporto, il 71% dei Millennial guarda contenuti video di gioco, o video online sui giochi, su piattaforme come YouTube e Twitch. Date le somiglianze con altri tipi di contenuti video, i creatori di contenuti video di gioco più popolari seguono in genere un programma regolare quando trasmettono o caricano video. Per mantenere un livello costante di spettatori, i creatori devono essere attenti al loro pubblico e fornire frequentemente nuovi contenuti. Gli spettatori di contenuti video di gioco sostengono direttamente i creatori in due modi principali:

  • Abbonamenti: I creatori ricevono le quote di abbonamento una volta al mese attraverso la piattaforma su cui i creatori di contenuti video di gioco trasmettono o caricano.
  • Donazioni: I creatori ricevono anche pagamenti una tantum di qualsiasi valore.

Quanto tempo trascorrono i Millennials a guardare contenuti video di gioco? In media, guardano quasi sei ore alla settimana. Per mettere questa visione in prospettiva, il nostro ultimo rapporto Total Audience evidenzia che l'adulto americano medio guarda tre ore e 44 minuti di televisione programmata in diretta al giorno. Quindi la visione di contenuti videoludici da parte dei Millennial è pari a poco meno di due giorni di visione televisiva programmata in diretta.

Dal punto di vista monetario, questo pubblico altamente coinvolto è molto attivo nel sostenere i creatori di videogiochi. Infatti, i Millennial spendono più per le donazioni che per gli abbonamenti: una media di 29 dollari al mese contro 25 dollari. Questi due tipi di pagamento hanno rappresentato finora il 30% dei ricavi dei contenuti video di gioco nel 2019.  

Il gioco non è un'attività che i Millennial abbandoneranno presto. Sono destinati a diventare la prima generazione di giocatori per tutta la vita e le aziende del settore dei media e del marketing devono prenderne atto. Aggiungendo i giochi al loro media mix, gli inserzionisti possono raggiungere i Millennial dove trascorrono una parte significativa del loro tempo libero e del loro denaro.

Per ulteriori approfondimenti, scaricate il rapporto completo.

Metodologia

La serie di rapporti Millennials on Millennials offre uno sguardo approfondito sulle abitudini mediatiche dei Millennials da parte di Nielsen Millennials. Sfruttando un'ampia gamma di dati Nielsen, il rapporto analizza argomenti rilevanti non solo per i Millennials, ma anche per il più ampio panorama dei media, tra cui pubblicità, social media, comunicazione, spesa per l'intrattenimento, tecnologia e altro ancora.

Continua a sfogliare approfondimenti simili

I nostri prodotti possono aiutare voi e la vostra azienda