Passa al contenuto
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

Stato dei media Il contenuto è ancora il re

1 minuto di lettura | Aprile 2009

I consumatori hanno più scelte che mai per accedere ai media: la televisione tradizionale, Internet e i dispositivi mobili come i telefoni cellulari e gli iPod. L'esistenza di un maggior numero di opzioni aumenta la quantità di tempo in cui le persone guardano i media, invece di ridurre la fruizione di un formato o di un altro. Nonostante l'ampia gamma di opzioni, la televisione continua a essere il mezzo principale di consumo dei media per gli americani di tutte le età. Nell'ultimo trimestre del 2008, la famiglia media Nielsen ha guardato più di 151 ore di televisione al mese. Gli utenti di Internet si sono collegati per 27 ore di visione al mese e gli abbonati alla telefonia mobile hanno consumato quasi quattro ore di video su un telefono cellulare e quasi tre ore su Internet.

Altri risultati includono:

  • Nonostante 3 famiglie su 10 possiedano un DVR, la TV in diretta continua a essere il modo preferito di guardare la TV.
  • Il 54% delle famiglie statunitensi possiede uno o due televisori.
  • Le famiglie ispaniche hanno una probabilità più che doppia rispetto agli altri gruppi di scaricare film.
  • Il 91% delle famiglie ha accesso a Internet e il 57% dispone di connessioni ad alta velocità.
  • Gli spettatori possono essere raggruppati in otto segmenti distinti in base a sesso, età, livelli di consumo dei media, etnia e orientamento sociale.

"I media sono diventati una casa dei divertimenti digitale: i telefoni forniscono programmi televisivi. I computer consentono le telefonate. I televisori fungono da sale giochi. I consumatori accedono ai video ovunque e in qualsiasi momento. Ma il fatto è che la TV domina ancora", ha dichiarato Dave Thomas, Presidente del Global Media Client Services di Nielsen.

Leggete un'analisi completa dello stato dei media nell'edizione attuale di Consumer Insight di Nielsen.