Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Arte e analisi - Il punto di vista di un designer sulla visualizzazione dei dati

4 minuti di lettura | Maggio 2012

Ana Mackay-Sim, Direttore creativo globale

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato al concorso Nielsen Data Visualization e a coloro che hanno condiviso, postato, sostenuto e votato. Lavorare in Nielsen mi pone ogni giorno all'incrocio tra dati e design. A mio avviso, non c'è mai stato un posto più eccitante in cui trovarsi. C'è una sorta di magia che si verifica quando si liberano i numeri dai confini di un foglio di calcolo e si trova una pepita nascosta di intuizione. Il motivo non è poi così magico: ha a che fare con il modo in cui il cervello elabora le informazioni.

Per troppo tempo l'analisi dei dati è stata il dominio del cervello sinistro. Il cervello sinistro è molto bravo con Excel. Domina il pensiero razionale e logico. Ama i big data, il che è una buona cosa, perché quando si raccolgono, si setacciano e si elaborano i dati, è necessario farlo nel modo più razionale e logico possibile per garantire la massima qualità dei risultati. Ma quando si tratta di gestire questi grandi dati, di combinarli, di ricavarne informazioni e, infine, di produrre un impatto, il cervello sinistro cede il controllo al lato destro, quello creativo ed emotivo. Il cervello destro ama le immagini. Ama sognare a occhi aperti. Mentre il cervello sinistro ama gestire i dati, il cervello destro ama scoprire le opportunità.

Cosa succede quando si prendono questi output del cervello sinistro e li si trasforma in cibo per il cervello destro? L'intero cervello è impegnato in una danza di alto livello. Non ci limitiamo a capire il punto, ma ci interessa davvero. E vediamo l'opportunità che queste intuizioni abbiano un impatto nel nostro mondo sempre più complesso. Questo è il potere della visualizzazione dei dati e il motivo per cui è così in voga in questo momento.

Le grandi visualizzazioni non sono solo belle immagini, ma utilizzano le immagini per aiutare a combinare, contestualizzare e ricavare informazioni dai dati. Si basano su spunti visivi che ci siamo evoluti a comprendere implicitamente, per aiutare il cervello destro a vedere ciò che il cervello sinistro non può vedere. Soprattutto, usano il design per comunicare, per guidare il pubblico attraverso una narrazione o per invitarlo a crearne una propria.

Come dimostrano questi finalisti del concorso, la grande visualizzazione ricorda che la forma segue la funzione.

Megan Hillman

megan-filo

Megan ha preso i formati grafici tradizionali e li ha resi più comprensibili inserendoli nel contesto e facilitando la lettura.

Gavin Jensen

gavin-filo

È difficile immaginare come un numero di indice di composizione sia correlato alla media, ma la voce di Gavin ha usato colori e forme (frecce) per renderli più facili da capire.

Ashish Naidu

ashish-filo

Ashish ha usato i grafici a ciambella per confrontare i vari tipi di media all'interno del contesto. Dato che la somma non arriva al 100%, l'uso di un grafico a torta come percentuale dell'intera popolazione aiuta a mantenere il contesto.

June YeEun Sung e Oddie Goplan

giunco-filo

In questa voce interattiva potete vedere molto rapidamente come il vostro utilizzo si confronta con quello degli altri, il che rende più rilevante la comprensione del mondo che vi circonda.

George Zhang

george-wire

George ha utilizzato un approccio molto giornalistico, passando da approfondimenti generali a approfondimenti specifici. Questa voce inserisce i numeri in un contesto umano comprensibile.

Quindi, cosa succederà? Per me, i risultati di questo concorso dimostrano un paio di cose. In primo luogo, c'è un grande entusiasmo intorno all'idea di visualizzare i dati, e per Nielsen è una conversazione utile da facilitare. In secondo luogo, nel mondo della visualizzazione dei dati esistono due schieramenti molto forti: le infografiche, che utilizzano le immagini per guidare l'utente attraverso una narrazione, e la visualizzazione complessa dei dati, che presenta i dati in un modo completamente nuovo, rendendo una conclusione evidente o permettendo all'utente di esplorare e trarre le proprie conclusioni. Sono davvero curioso di vedere cosa succederà in questo spazio e di condividere di più.

Le votazioni pubbliche per il concorso DataViz sono aperte fino a lunedì 21 maggio 2012 alle 17:00 ET, quindi visitate la pagina del concorso e votate i vostri preferiti oggi stesso!