Passa al contenuto
02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

I playoff dell'NBA sono il luogo in cui avviene il marketing più sorprendente

2 minuti di lettura | Giugno 2009

In media, gli spettatori dei playoff NBA sono aumentati del 18% su TNT, ESPN, ESPN2 e ABC, grazie anche a un paio di partite di finale di Conference. Il 26 maggio, i Cavs e i Magic hanno attirato 10,1 milioni di telespettatori in gara 4 della Eastern Conference Championship Series su TNT: il massimo storico per una partita dei playoff NBA via cavo e la trasmissione via cavo più vista dell'anno. E la gara 4 della Western Conference Championship Series tra Lakers e Nuggets ha registrato 9,7 milioni di telespettatori, il numero più alto di sempre per una partita di basket (universitario o professionistico) nella storia di ESPN.

Cosa spinge i dati? Senza dubbio ci sono molti fattori: partite emozionanti, trame avvincenti e forse anche l'economia. Ma un fattore che potrebbe passare inosservato è la campagna pubblicitaria dell'NBA che dura da due anni: "Where Amazing Happens".

Debuttati nel 2007, gli spot pubblicitari "Where Amazing Happens" presentano foto di azioni NBA accompagnate da un caratteristico riff di pianoforte. Gli spot sono stati integrati con banner pubblicitari su Internet, estensioni sulla stampa e all'aperto e sono in streaming su Youtube, NBA.com e altri siti di video online.

Questa stagione, gli spot "Where Amazing Happens" si sono evoluti in replay in CGI di alcuni dei momenti più memorabili della storia dell'NBA. Rallentando l'azione, gli spot evidenziano il dramma insito nel basket professionistico, che a volte può passare inosservato quando il gioco si muove a velocità così elevate.

Secondo Monitor-Plus, il servizio di monitoraggio pubblicitario di Nielsen, la NBA ha trasmesso più spot di 30 secondi all'interno delle partite trasmesse a livello nazionale di qualsiasi altro inserzionista. La lega ha utilizzato questo inventario, che viene negoziato nei contratti di rete, per promuovere "Where Amazing Happens" e si aspetta che la promozione contribuisca ad aumentare l'audience e a fornire più spettatori ai suoi sponsor ufficiali e agli inserzionisti di rete.

Qualunque sia la ragione della rinascita degli ascolti, un sondaggio di Nielsen Sportsquest rileva che l'interesse per l'NBA è decisamente in aumento. Nell'aprile 2009, l'interesse per l'NBA ha raggiunto il punto più alto dal luglio 2007, con il 33% delle persone di età superiore ai 12 anni che si identificano come fan accaniti dell'NBA. I dati hanno anche rivelato che l'interesse dei fan dell'NBA si sta riversando su una maggiore consapevolezza degli sponsor: I fan dell'NBA hanno il 50% in più di probabilità di nominare lo sponsor ufficiale wireless T-Mobile come fornitore di telefoni cellulari e il 37% in più di avere un'opinione favorevole di Nike.

Gli spettatori sono più numerosi anche tra gli abbonati a Nike e T-Mobile. I dati di Nielsen sulla risonanza magnetica mostrano che nel quarto trimestre del 2008, l'audience dell'NBA su TNT, ESPN e ABC è stata del 47% superiore tra i portatori di scarpe Nike e del 23% tra gli abbonati a T-Mobile.

In un'epoca in cui le campagne pubblicitarie spesso vanno e vengono molto rapidamente, l'NBA è rimasta fedele a "Where Amazing Happens" e sembra che la sua perseveranza stia dando i suoi frutti per la lega e i suoi partner.

Tag correlati: