Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Tendenze pubblicitarie globali - 4° trimestre 2011

2 minuti di lettura | Aprile 2012

Dopo un aumento della spesa pubblicitaria nel terzo trimestre, gli inserzionisti si dimostrano più cauti nel quarto trimestre, anche se il 2011 registra comunque un aumento della spesa del 7,3% rispetto al 2010. Sia il Nord America che l'Europa hanno registrato un calo della spesa pubblicitaria rispetto all'anno precedente per il quarto trimestre, con il mercato dei beni di largo consumo che ha ridotto i budget pubblicitari. Se si considera l'intero 2011 rispetto al 2010, tuttavia, il Nord America mostra un aumento marginale della spesa pubblicitaria, mentre l'Europa registra un calo del -0,4%. Per ulteriori informazioni sulle tendenze pubblicitarie globali, scaricare il rapporto.

Il 2011 è stato un anno difficile per l'economia globale, colpita da disastri naturali, rivolte politiche ed effetti a catena delle crisi finanziarie negli Stati Uniti e nell'Europa occidentale. Con il declassamento del rating AAA degli Stati Uniti da parte di Standard & Poor's e l'aggravarsi della crisi del debito sovrano dell'eurozona, non sorprende che i livelli di fiducia generale dei consumatori siano scesi nel 60% dei mercati globali misurati nell'Indice di fiducia dei consumatori Nielsen del quarto trimestre 2011. Sebbene la fiducia dei consumatori di tutto il mondo sia aumentata di un punto, raggiungendo quota 89, la fiducia è diminuita in particolare in 24 dei 27 mercati europei.

Questo sentimento sembra tradursi direttamente nel mercato pubblicitario europeo, che nel 2011 ha registrato un calo della spesa pari a -0,4% rispetto al 2010.* Non sorprende che, sebbene molti mercati pubblicitari del Nord Europa misurati in questo rapporto abbiano aumentato marginalmente la spesa nel corso del 2011, si siano registrate diminuzioni maggiori nei mercati dell'Europa meridionale di Grecia (-13,1%), Italia (-4,0%) e Spagna (-9,7%).

Sebbene la pubblicità in Nord America sia aumentata solo dell'1,8% nel 2011 e abbia registrato un calo dello 0,6% su base annua durante il quarto trimestre, ci sono segnali che indicano che il 2012 sarà un anno migliore per il mercato pubblicitario. Negli Stati Uniti la fiducia dei consumatori è aumentata di 6 punti nel quarto trimestre, raggiungendo gli 83 punti, e l'economia americana ha registrato un andamento migliore del previsto. "Mentre le difficili condizioni economiche dell'Europa nella seconda metà del 2011 hanno fatto emergere una nuova vulnerabilità e fragilità per i consumatori e i mercati finanziari a livello globale, alcune delle notizie più positive dello scorso trimestre sono arrivate dalle due maggiori economie del mondo, gli Stati Uniti e la Cina, dove la fiducia è rimbalzata ai livelli del primo trimestre del 2011", ha dichiarato il Dr. Venkatesh Bala, Chief Economist di The Cambridge Group, una parte di Nielsen. Con le elezioni presidenziali americane, gli Europei di calcio e le Olimpiadi di Londra che si svolgeranno nel corso dell'anno, gli analisti ritengono che gli inserzionisti riacquisteranno fiducia e la spesa pubblicitaria registrerà un buon incremento nel 2012.

Le informazioni contenute in questo rapporto sono state compilate, armonizzate e prodotte da Nielsen, Media Group, Global AdView. Il Nielsen Global AdView Pulse riporta le spese pubblicitarie di Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Egitto, Francia, Germania, Grecia, Hong Kong, Indonesia, Irlanda, Italia, Giappone, Kuwait, Libano, Malesia, Messico, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Pan-Arab Media, Filippine, Portogallo, Arabia Saudita, Singapore, Sudafrica, Corea del Sud, Spagna, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Stati Uniti d'America.

Scaricate il rapporto per saperne di più sulle tendenze pubblicitarie globali.