Passa al contenuto
02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Media

Nielsen stima 118,4 milioni di case televisive negli Stati Uniti per la stagione televisiva 2016-17

1 minuto di lettura | Agosto 2016

Secondo le stime di Nielsen sull'universo televisivo nazionale, negli Stati Uniti ci sono 118,4 milioni di case con televisione per la stagione televisiva 2016-17.

Il numero di persone di età superiore ai 2 anni nelle famiglie televisive statunitensi è stimato a 301,7 milioni, con un aumento dell'1,6% rispetto allo scorso anno. Sono aumentate anche le famiglie ispaniche, nere e asiatiche, a causa dell'aumento stimato della crescita demografica e della penetrazione televisiva.

Nielsen utilizza l'U.S. Census Bureau, combinato con le informazioni del panel televisivo nazionale, per ottenere le stime anticipate dell'universo televisivo all'inizio di maggio. Distribuisce poi le stime definitive dell'universo prima dell'inizio di ogni stagione televisiva.

Le stime dell'universo nazionale 2017 riflettono le reali variazioni della popolazione rispetto all'anno precedente e i livelli di penetrazione televisiva aggiornati, calcolati in modo differenziato per le fasce di mercato e le categorie demografiche di età/sesso.

Inoltre, la percentuale di abitazioni statunitensi con televisori che ricevono segnali televisivi tradizionali via broadcast, cavo, DBS o Telco, o che dispongono di una connessione Internet a banda larga, è attualmente pari al 96,0%, con un aumento dello 0,8% rispetto alla stima dello scorso anno.

Nielsen applica le penetrazioni televisive per convertire le stime delle famiglie e della popolazione totali in famiglie televisive e persone. La penetrazione televisiva del 2017 per le famiglie statunitensi è stata stimata sulla base dei dati raccolti durante il reclutamento delle abitazioni per il pannello People Meter di Nielsen. La definizione nazionale di Nielsen di famiglia televisiva stabilisce che le case devono avere almeno un televisore/monitor funzionante con la possibilità di trasmettere video attraverso i mezzi tradizionali di antenna, set-top-box via cavo o ricevitore satellitare e/o con una connessione a banda larga.

Continua a sfogliare approfondimenti simili