Passa al contenuto
Approfondimenti > Innovazione

Il valore dei pannelli nella modellazione dei Big Data

1 minute read | Paul Donato, Chief Research Officer, Nielsen
Nielsen Journal of Measurement, Vol. 1, Issue 1 | Luglio 2016

Non passa giorno senza che si parli di frammentazione dell'audience. Naturalmente non si tratta di un fenomeno nuovo. Con l'avvento della televisione via cavo negli anni '80, del satellite digitale negli anni '90, di Internet negli anni 2000 e, più recentemente, delle opzioni over-the-top, il pubblico televisivo ha goduto di un flusso costante di nuove scelte di programmazione anno dopo anno: Più reti, più programmi di nicchia e più modi per guardarli.

Per la comunità di ricerca, tuttavia, questa maggiore diversità ha avuto un prezzo, e l'accelerazione del ritmo dei cambiamenti negli ultimi anni sta mettendo a dura prova le capacità di misurazione basate sui panel su cui il settore si è storicamente basato per monitorare l'attività di visione. È diventata una sfida assemblare panel sufficientemente grandi da fornire misurazioni stabili per i programmi con un pubblico ridotto.

I dati sul percorso di ritorno (RPD) rappresentano un'opportunità per superare questo problema, ma solo se i limiti e le distorsioni di questi dati possono essere corretti e convalidati. Il presente documento descrive come i panel possono correggere efficacemente queste limitazioni e contribuire a convalidare le valutazioni derivate dai set di dati RPD.

Pannelli e RPD insieme rappresentano una combinazione vincente per una misurazione accurata e stabile dell'audience video.