Passa al contenuto
02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Mercati e finanze

I danesi sono ancora i più ottimisti d'Europa

2 minuti di lettura | Dicembre 2017

I finlandesi stanno finalmente uscendo dal freddo inverno e anche le prospettive per norvegesi e svedesi sono più positive.

Secondo una nuova indagine globale di Nielsen, i danesi si confermano i consumatori più ottimisti d'Europa, soprattutto grazie a una migliore visione delle prospettive di lavoro.

La fiducia dei consumatori è in netto aumento in tutta la regione nordica. La Finlandia ha registrato un miglioramento di 11 punti, seguita da Norvegia e Svezia con rispettivamente 8 e 4 punti. 8 e 4 punti. La Danimarca mantiene il livello dell'ultimo trimestre, che era anche storicamente elevato al di qua della crisi finanziaria, e allo stesso tempo il più alto in Europa con 115 punti. In Svezia, Norvegia e Finlandia, la fiducia dei consumatori è di 98, 90 e 81 punti.

I danesi sono i consumatori più ottimisti d'Europa e non c'è alcuna indicazione che ciò possa diminuire finché la disoccupazione e l'economia si svilupperanno in una direzione positiva.

La fiducia dei consumatori si basa su tre fattori:

  • Le opinioni dei danesi sul mercato del lavoro nei prossimi 12 mesi
  • Le opinioni dei danesi sulle loro finanze personali nei prossimi 12 mesi
  • L'opinione dei danesi sul fatto che sia un buon momento per acquistare ciò che gli manca

Dopo un calo di 3 punti, solo il 20% ha una visione negativa del mercato del lavoro in Danimarca. Per la Svezia, la percentuale è del 40%, con un calo di 9 punti. La Norvegia si attesta al 51% dopo un calo di 12 punti e la Finlandia al 70%. In Finlandia, la percentuale di chi vede il mercato del lavoro in modo positivo è quadruplicata dal 7% al 28% nell'ultimo anno.

2 danesi su 3 valutano positivamente le proprie finanze personali, con un miglioramento di 3 punti percentuali rispetto a un anno fa. In Svezia, la percentuale di chi valuta positivamente l'economia personale è aumentata di 4 punti nell'ultimo anno, raggiungendo il 60%. Il 47% dei finlandesi valuta positivamente le proprie finanze personali, con un miglioramento di 13 punti percentuali rispetto a un anno fa, mentre la percentuale è del 44% tra i norvegesi.

Alla domanda se sia un buon momento per acquistare ciò di cui si ha bisogno, il 57% risponde positivamente, mentre le cifre relative a Svezia, Norvegia e Finlandia sono rispettivamente del 46, 41 e 34%.

La fiducia dei consumatori può essere letta anche nella percentuale di popolazione che ritiene che il proprio Paese sia ancora in recessione.

Ogni secondo finlandese contro un norvegese, uno svedese e un danese su tre ritiene che il proprio Paese sia in recessione. Tuttavia, a questo punto c'è un grande movimento tra i finlandesi: un anno fa 8 su 10 credevano che la Finlandia fosse in recessione. In Europa, il 57% della popolazione ritiene che il proprio Paese sia in recessione.

Tag correlati: