Centro notizie > Azienda

La rete di leadership diversificata di Nielsen continua ad eccellere con la terza classe di laureati

3 minuti di lettura | Agosto 2017

La diversità e l'inclusione (D&I) sono un imperativo aziendale di Nielsen. Sappiamo che la nostra azienda, i nostri clienti e i nostri dipendenti traggono beneficio dall'entrare in contatto con le nostre differenze per abbracciare nuovi approcci. Per questo motivo, negli ultimi quattro anni, abbiamo selezionato un gruppo di collaboratori con le migliori prestazioni per partecipare a un programma intensivo di sviluppo della leadership della durata di 15 mesi che, volutamente, è il programma più diversificato di Nielsen; si chiama Diverse Leadership Network (DLN).

A maggio, la terza classe DLN, composta da 28 leader a metà carriera provenienti dai nostri uffici negli Stati Uniti, in Canada e in Messico, ha completato il programma di sviluppo della leadership nel campus della Goizueta School della Emory University ad Atlanta. Il programma assomiglia a un "mini-MBA" e, nell'ambito della laurea, i partecipanti al programma hanno partecipato a seminari tenuti da docenti della Emory e hanno ascoltato diversi leader globali di Nielsen.

"Affinché Nielsen possa continuare a fornire soluzioni di qualità superiore ai nostri clienti, è indispensabile che i nostri leader siano rappresentativi delle comunità che misuriamo", ha dichiarato Audrey Yi, Vice Presidente, Diversity & Inclusion e responsabile della strategia di sviluppo della leadership associativa diversificata di Nielsen. "Sviluppando la nostra pipeline di leadership diversificata, ci assicuriamo che la nostra azienda incarni la nostra filosofia di inclusione globale, che garantirà ai nostri futuri leader, ai team e all'azienda di continuare a innovare e prosperare in un ambiente in rapida evoluzione".

I seminari, tenuti da docenti della Emory University, hanno riguardato le strategie per dare forma a una cultura aziendale e di gruppo inclusiva cultura aziendale e di squadra, tattiche di comunicazione efficace in team eterogenei e come entrare in contatto in modo significativo con i clienti. Nel frattempo, i dirigenti di alto livello, tra cui Mitch Barns, CEO, hanno parlato ai partecipanti dell'importanza delle capacità di leadership sviluppate durante il programma DLN, nonché di come far leva sulle proprie prospettive e su quelle dei colleghi, anche se diverse, sia essenziale per la capacità di Nielsen di crescere in un ambiente aziendale sempre più diversificato.

Mitch Barns, CEO di Nielsen
Mitch Barns, CEO di Nielsen, si rivolge alla terza classe DNL

Nell'ambito del programma di laurea, i partecipanti hanno visitato lo studio di WSB-TV, l'affiliata ABC di Atlanta, e hanno appreso il punto di vista di un cliente sull'evoluzione del panorama dei media. La classe ha anche partecipato a un progetto di servizio alla comunità e ha collaborato con la sezione di Atlanta di Junior Achievement, un'organizzazione che insegna ai bambini le competenze fondamentali necessarie per avere successo in un'economia globale. I membri del DLN hanno aiutato un gruppo di studenti delle scuole medie a sviluppare competenze finanziarie e di leadership. Queste due attività hanno dato ai partecipanti del DLN l'opportunità di ricollegare la loro formazione ed esperienza ai nostri clienti e alle comunità in cui viviamo e lavoriamo.

"Il più grande patrimonio sostenibile di Nielsen, mentre ci adattiamo a un mercato in rapida evoluzione, sono le competenze e l'intelligenza dei nostri collaboratori", ha dichiarato Angela Talton, Chief Diversity Officer di Nielsen. "Attraverso programmi come il DLN, ci sforziamo di sviluppare i nostri futuri leader affinché siano inclusivi, condividano idee e intuizioni diverse e rispettino le differenze. Ciò consentirà alla nostra azienda di crescere, assicurando al contempo che questi leader comprendano l'impatto che una cultura diversificata e inclusiva ha sull'attività di Nielsen e su quella dei nostri clienti".

Per saperne di più sulla DLN e sulla nostra strategia globale di D&I.