Centro Notizie > Responsabilità e sostenibilità

Nielsen si impegna a promuovere l'equità dei media, a costruire una leadership diversificata e a ridurre l'impatto ambientale nel rapporto ESG 2022

3 minuti di lettura | Giugno 2022

di David Kenny, Amministratore delegato

Oggi abbiamo pubblicato il nostro Rapporto Nielsen ESG 2022un rapporto sui progressi compiuti nel dare priorità alle questioni ambientali, sociali e di governance (ESG), come il cambiamento climatico, la diversità, l'equità e l'inclusione, l'impegno dei nostri dipendenti, l' integrità aziendale e la fiducia della società nei media.

Sappiamo che questo rapporto è di grande interesse per i nostri dipendenti, azionisti e altri stakeholder che vogliono capire le nostre strategie e prospettive in un periodo complicato da COVID-19, guerre, cambiamenti climatici, insicurezza alimentare, una rinnovata attenzione al razzismo sistemico e alle disparità esistenti tra le persone di colore, una crescente richiesta di verità e integrità nei media e molto altro ancora.

L'anno scorso, sulla scia della vendita di Nielsen Global Connect (ora NielsenIQ), siamo emersi come un'azienda di nuova concezione, focalizzata sui media e intenzionata a contribuire a un futuro mediatico migliore per tutti. Mentre stiamo promuovendo il cambiamento all'interno del nostro settore, stiamo anche guardando con attenzione all'interno della nostra stessa azienda. Nell'ambito della nostra riorganizzazione, abbiamo rivisto le nostre aree di interesse ESG esistenti e abbiamo aggiornato o stabilito una serie di nuovi obiettivi da raggiungere entro il 2024.

Questi obiettivi includono il raggiungimento di: 

  • 46% di donne rappresentate nella leadership globale.
  • 5,2% di rappresentanza dei talenti neri nella leadership negli Stati Uniti.
  • 5,9% di rappresentanza dei talenti ispanici nella leadership negli Stati Uniti.
  • Ridurre l'ingombro del nostro server applicativo on-premises al 10%.
  • Ridurre la spesa per i viaggi d'affari del 25% rispetto al 2019, anno di riferimento pre-COVID.
  • Aumentare al 30% la partecipazione dei dipendenti a programmi orientati alla comunità.

Sono lieto che stiamo già facendo progressi su quest'ultimo obiettivo. Nel mese di giugno - in cui per la prima volta riconosceremo il Juneteenth come festa aziendale negli Stati Uniti (20 giugno) e in cui molti dei nostri dipendenti celebrano il Pride Month - abbiamo anche ospitato il nostro 10° Nielsen Global Impact Day, il 9 giugno, in cui migliaia di dipendenti si sono offerti per una giornata di servizio attraverso 350 eventi e attività individuali in 40 Paesi.

I nostri sforzi sono stati letteralmente ovunque. Abbiamo pulito una spiaggia a Singapore, servito la colazione in una missione ad Auckland, in Nuova Zelanda, smistato vestiti e giocattoli per un'organizzazione no-profit a Mumbai e ripulito un parco giochi a New York. Un gruppo di 30 volontari ha partecipato a una "gara di pitch" virtuale basata sulle competenze per aiutare due organizzazioni non profit che lavorano per promuovere l'equità e l'alfabetizzazione mediatica. Ho fatto volontariato per Teach for America, dove ho incoraggiato i membri del corpo a portare la scienza dei dati in classe.

Tutti questi sforzi riflettono la nostra cultura aziendale di impegno e i nostri valori fondamentali di inclusione, coraggio e crescita. Guardando al prossimo anno, mentre ci prepariamo a festeggiare il nostro centesimo anno di attività, sono entusiasta del brillante futuro che ci attende. Rimaniamo impegnati nell'innovazione e nell'integrità delle misurazioni in ambito ESG, mentre portiamo avanti il settore per cogliere e riflettere il volto mutevole del pubblico in generale.