Passa al contenuto
02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Media

Che differenza fa il giorno (o la parte di giorno)

1 minuto di lettura | Aprile 2013

Sapere quando i consumatori guardano la TV è importante quanto sapere cosa guardano. Senza questa conoscenza, gli operatori del marketing dovrebbero programmare la pubblicità 24 ore su 24 per essere certi di raggiungere i consumatori. A tal fine, il rapporto Nielsen su pubblicità e audience analizza la quantità di televisione tradizionale che i consumatori statunitensi guardano in diversi momenti della giornata, con notevoli variazioni tra i diversi livelli di reddito e di istruzione.

Nel complesso, il rapporto mostra che livelli di istruzione e di reddito più elevati sono correlati a un minore utilizzo della TV, in particolare nelle prime ore del giorno e nelle ultime. Ad esempio, le case con un capofamiglia che non ha frequentato l'università guardano più TV al mattino e durante il giorno rispetto a tutti gli altri gruppi. Questo gruppo guarda in media 1 ora e 18 minuti durante l'ora di punta del mattino e 2 ore e 5 minuti durante il giorno, rispettivamente.

Al contrario, la necessità di dormire è più importante nelle case con reddito e livelli di istruzione più elevati. Ad esempio, le case in cui il capofamiglia ha quattro o più anni di università guardano in media 52 minuti di TV a tarda notte e appena 48 minuti al mattino. La media delle case guarda in media un'ora e 5 minuti di TV a tarda notte e quasi la stessa quantità durante le ore del mattino.

Per ulteriori informazioni sulle tendenze dei telespettatori, scaricare il rapporto completo Advertising and Audiences.

file