Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Gli acquirenti LGBT statunitensi fanno più viaggi e spendono di più della media

2 minuti di lettura | Agosto 2015

Qual è la prossima grande novità? È una domanda che i rivenditori, i produttori e i marketer si pongono incessantemente per essere in prima linea nella crescita con le ultime innovazioni, i media e i gruppi di consumatori. E quando si tratta di cercare chi fa tendenza in questi settori, sarebbe saggio prendere nota delle famiglie americane di lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT).

Non solo le famiglie LGBT fanno il 10% in più di acquisti in un anno rispetto alla media delle famiglie statunitensi, ma una recente ricerca Nielsen ha rilevato che acquistano di più alla cassa. In totale, nel 2014 le famiglie LGBT hanno speso in media 4.135 dollari nei negozi al dettaglio, il 7% in più rispetto alle famiglie non LGBT.  

Dove fanno acquisti i consumatori LGBT?

I consumatori LGBT spendono di più presso i rivenditori specializzati rispetto alla media dei consumatori statunitensi, con le librerie in testa. In effetti, nel 2014 avevano il 72% di probabilità in più di aver acquistato qualcosa in una libreria. Inoltre, gli acquirenti LGBT che hanno visitato una libreria hanno fatto il doppio dei viaggi rispetto ai consumatori non LGBT. Ma i consumatori LGBT non sono solo topi di biblioteca. Ad esempio, i negozi di liquori e i minimarket sono punti vendita di alto livello.

Tuttavia, non tutti i negozi specializzati sono nel mirino dei consumatori LGBT. Ci sono alcuni punti vendita in cui è meno probabile che facciano acquisti, come i negozi di giocattoli.

Cosa acquistano i consumatori LGBT?

Ma per capire il comportamento d'acquisto non basta sapere dove i consumatori fanno acquisti. Ad esempio, le famiglie LGBT hanno il 32% di probabilità in più di fare acquisti nei negozi di animali, ma anche di spendere di più rispetto al pubblico in generale. In particolare, l'anno scorso le famiglie di questo gruppo di consumatori hanno speso in media 126 dollari in prodotti per la cura degli animali e 255 dollari in cibo per animali, rispettivamente il 36% e il 20% in più rispetto alla famiglia media. È inoltre più probabile che spendano di più in alcolici, articoli per la cura della persona ed elettronica.

L'e-commerce online continua ad avere una forte presa sulle famiglie LGBT, che spendono ogni anno il 35% in più per gli acquisti online rispetto alle famiglie non LGBT. Le categorie in cui spendono significativamente di più online rispetto alle loro controparti etero includono gli snack (del 122%), i prodotti per la pulizia della casa (73%), il caffè (69%) e i farmaci (67%).

La comunità LGBT contribuisce in modo significativo all'economia degli Stati Uniti e i rivenditori più accorti dovrebbero pianificare di conseguenza il loro spazio sugli scaffali. Sapendo cosa cerca questo gruppo e quanto ne acquista, i rivenditori e i produttori saranno meglio attrezzati per sviluppare e promuovere prodotti che soddisfino le sue esigenze e i suoi desideri.

Per ulteriori approfondimenti, scaricare il recente rapporto Nielsen sui consumatori LGBT.