02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Pubblico

Raggiungere i latini più anziani per contribuire a sigillare il voto

3 minuti di lettura | Ottobre 2015

In vista delle elezioni presidenziali del prossimo anno, il fermento politico è in pieno svolgimento e gli Stati Uniti si stanno preparando per quella che potrebbe essere un'altra elezione storica dopo l'elezione del primo presidente afroamericano nel 2008. Mentre i pianificatori delle campagne elettorali continuano a sviluppare e consolidare le strategie di sensibilizzazione, il potenziale impatto degli elettori ispanici Boomer (50-64 anni) e della Greatest Generation (65+) sul processo elettorale è notevole.

I latinos più anziani hanno il potenziale per essere voti decisivi in molte delle prossime elezioni locali e statali, come illustrato in The New American Vanguard: Latinos 50+ - Healthy, Wealthy and Wise. Questi elettori sono una forza crescente in Stati come la California, il Texas, la Florida e New York, che sono stati considerati per il loro peso elettorale. Alle elezioni presidenziali del 2012, l'affluenza alle urne degli elettori latini eleggibili è aumentata con l'aumentare dell'età. Il 60% dei latinos di età superiore ai 65 anni ha votato alle elezioni presidenziali del 2012, un dato superiore a quello di tutte le altre fasce d'età degli elettori latini. Nello stesso anno ha votato più della metà degli elettori di età compresa tra i 40 e i 64 anni (54%). L'aumento della percentuale di elettori latini over 50, insieme alla crescente diversità dei candidati di entrambi i partiti politici, farà sì che la razza e l'etnia continuino a svolgere un ruolo fondamentale nelle future elezioni statunitensi.

COME RAGGIUNGERE I LATINI PIÙ ANZIANI

Gli ispanici anziani sono amministratori culturali e svolgono un ruolo fondamentale nel sostenere e trasmettere i legami e i valori culturali alle generazioni più giovani. I temi più importanti in ordine di importanza per gli elettori ispanici registrati sono l'istruzione, il lavoro/l'economia e l'assistenza sanitaria. Tuttavia, oltre il 70% degli elettori ispanici dei Boomer e della Greatest Generation ha indicato l'immigrazione come una questione molto o estremamente importante. È altrettanto importante comprendere le sfumature linguistiche e le preferenze dei media per gli ispanici più anziani. Gli ispanici anziani comunicano spesso in spagnolo e spesso promuovono l'uso di media bilingue, sia in spagnolo che in inglese.

Mentre i potenziali candidati presidenziali e locali continuano a percorrere la strada della campagna elettorale, i pianificatori dei media più accorti dovrebbero prendere in considerazione l'utilizzo di una varietà di piattaforme per raggiungere gli elettori. In generale, i latini indicano una preferenza per l'utilizzo di piattaforme mediatiche sia digitali che tradizionali. Gli spettatori ispanici della Greatest Generation guardano quasi il doppio della televisione al mese rispetto al totale degli ispanici. I Boomers ispanici utilizzano Internet al computer per circa due ore al mese in più rispetto al totale degli ispanici.

Oltre ai media digitali e tradizionali, gli ispanici più anziani sono in prima linea nei cambiamenti di telespettatori e stanno adottando le tecnologie più recenti a livelli più alti rispetto alle loro controparti bianche non ispaniche. Gli ispanici nati negli Stati Uniti di età compresa tra i 50 e i 64 anni si dichiarano interessati a guardare la TV in diretta sul cellulare a un livello superiore del 64% rispetto alle controparti bianche non ispaniche di età simile. Hanno anche il 27% di probabilità in più di dichiararsi interessati a guardare videoclip sul cellulare. I livelli per gli ispanici della Greatest Generation nati negli Stati Uniti e quelli nati all'estero sono ugualmente alti: il 95% degli ispanici nati negli Stati Uniti indica un interesse a guardare la TV in diretta sul cellulare, mentre l'87% degli ispanici nati all'estero è d'accordo.

Ulteriori approfondimenti del rapporto includono:

  • Gli ispanici più anziani acquistano con maggiore frequenza rispetto agli ispanici più giovani e ai bianchi non ispanici in quasi il 75% di tutti i principali reparti di beni di largo consumo, tra cui salute e bellezza, merci generiche e generi alimentari non commestibili.
  • Gli acquirenti ispanici della Greatest Generation (65+) hanno una preferenza per i prodotti di marca, acquistando almeno un articolo di marca 141 volte all'anno, rispetto a un tasso di frequenza di 75 per gli articoli di marca commerciale.
  • I Boomers ispanici (50-64) guardano 162 ore di TV tradizionale al mese.
  • Gli ispanici nati all'estero e di età superiore ai 65 anni considerano i loro telefoni cellulari una fonte di intrattenimento a un livello superiore dell'84% rispetto ai coetanei bianchi non ispanici.

Per ulteriori approfondimenti, scaricare il rapporto The New American Vanguard: Latinos 50+ Are Healthy, Wealthy and Wise report.

Continua a sfogliare approfondimenti simili