02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Media

Un compagno fedele: La radio rimane un ottimo mezzo per raggiungere i consumatori locali

2 minuti di lettura | Dicembre 2013

I consumatori di oggi si trovano di fronte a una serie crescente di dispositivi e di modi per connettersi ai contenuti, con la possibilità di farlo in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, e gli operatori di marketing si affannano per catturare la loro attenzione. Ma nella loro folle corsa per coinvolgere i consumatori, gli operatori del marketing hanno avuto un compagno costante, man mano che nuovi prodotti venivano introdotti sul mercato: la radio.

Secondo il rapporto Cross-Platform Q3 di Nielsen, la radio continua a svolgere un ruolo fondamentale nella vita dei consumatori statunitensi, soprattutto durante gli spostamenti dal lavoro alla routine quotidiana.

Secondo una recente analisi, l'ascoltatore medio americano si sintonizza sulla radio AM/FM per oltre due ore al giorno, determinando il momento in cui i consumatori si dedicano ai diversi mezzi di comunicazione. È interessante notare che il consumo di audio raggiunge un plateau nelle ore del mattino, un picco intorno a mezzogiorno e poi rimane abbastanza costante per tutto il giorno, prima di diminuire quando le persone iniziano la loro serata e si trasformano in spettatori televisivi. Tra la mattina e le prime ore della sera, circa due terzi degli ascolti audio provengono dalla sintonizzazione fuori casa.

Complessivamente, più del 90% degli americani ascolta la radio ogni settimana, con punte massime tra gli afroamericani (92%) e gli ispanici (94%). Inoltre, il rapporto ha rilevato che le persone che ascoltano molto la radio tradizionale passano anche del tempo con la radio online, soprattutto tra la generazione dei millennial.

La natura iperlocale dell'audio offre agli inserzionisti un coinvolgimento a livello di comunità tra contenuti e attività in negozio. Spesso tempestivi, gli spot radiofonici possono catturare gli ascoltatori proprio prima che prendano le loro decisioni di acquisto, e uno spot radiofonico d'impatto può informare e influenzare queste decisioni.

file

Nel complesso, il rapporto Q3 Cross-Platform ha rilevato che nell'arco di un anno intero, l'americano medio consuma quasi 60 ore di contenuti a settimana su diverse piattaforme come televisione, radio, online e mobile. Si tratta di circa due giorni e mezzo!

In termini di visione, il rapporto ha rilevato che nel terzo trimestre del 2013, l'americano medio ha registrato una media di 39 ore di contenuti su schermo a settimana.

Il tempo trascorso settimanalmente ha registrato un aumento rispetto al trimestre precedente in poche categorie. Il consumo di visione in multiprogrammazione, la visione su un dispositivo DVD/Blu Ray, l'uso di una console per videogiochi e la visione di video su Internet o su un telefono cellulare hanno tutti registrato un aumento.

file

Tag correlati:

Continua a sfogliare approfondimenti simili

I nostri prodotti possono aiutare voi e la vostra azienda