Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Fiducia globale nei messaggi pubblicitari e nei marchi

1 minuto di lettura | Settembre 2013

Sia che si tratti di pubblicità attraverso vecchi standbys come la TV, i giornali e la radio, sia che si tratti di media più recenti come il mobile e l'online, guadagnare la fiducia dei consumatori è il santo graal di una campagna di successo, secondo l'ultimo rapporto Nielsen sulla fiducia nella pubblicità. La buona notizia per gli inserzionisti è che i consumatori di tutto il mondo sono più fiduciosi oggi rispetto a qualche anno fa. Lo studio rivela infatti che la fiducia nella pubblicità online è in aumento, così come quella nelle pubblicità in TV, alla radio e al cinema.

Le raccomandazioni del passaparola da parte di amici e familiari, spesso indicate come pubblicità guadagnata, sono ancora le più influenti, dato che l'84% degli intervistati a livello globale in 58 Paesi nel sondaggio online di Nielsen ha dichiarato che questa fonte è la più affidabile. La fiducia nella pubblicità sui siti web di marca è aumentata di 9 punti percentuali, raggiungendo il 69% nel 2013 come secondo formato più affidabile, con un salto dal quarto posto del 2007. Il 68% degli intervistati ha dichiarato di fidarsi delle opinioni dei consumatori pubblicate online, al terzo posto nel 2013, con un aumento di 7 punti percentuali rispetto al 2007.

"Sebbene la TV rimanga il formato principale per la diffusione di messaggi di marketing in base alla spesa pubblicitaria, i consumatori di tutto il mondo si rivolgono anche ai media online per ottenere informazioni sui marchi", ha dichiarato Randall Beard, responsabile globale delle Advertiser Solutions di Nielsen. "I canali pubblicitari guadagnati hanno dato ai consumatori la possibilità di difendere i loro marchi preferiti, cosa che non dovrebbe passare inosservata agli inserzionisti di marca".