Centro Notizie > Diversità

Nielsen investe in una catena di fornitura forte per il lungo termine

2 minuti di lettura | Febbraio 2018
 

Come azienda, Nielsen ha un potere d'acquisto di 2,8 miliardi di dollari*, e dal potere deriva la responsabilità. Dal garantire che i nostri prodotti di misurazione siano fabbricati in fabbriche che seguono pratiche commerciali etiche al lavorare con aziende diverse, riconosciamo che possiamo estendere il nostro impegno per una buona cittadinanza aziendale e per la sostenibilità alla nostra catena di fornitura.

Attraverso l'organizzazione Global Procurement di Nielsen, gestiamo gli impatti ambientali, sociali, di governance (ESG) ed etici dei nostri acquisti. In una recente intervista, Crystal Barnes, SVP, Global Responsibility & Sustainability, ha parlato con Jocelyn Azada, Manager, Supplier Diversity & Sustainability, di come si sono evoluti gli sforzi di Nielsen in questo settore da quando abbiamo iniziato il programma nel 2016.

Creare un programma aziendale dedicato alla creazione di una catena di fornitura più sostenibile non è un'impresa da poco. Jocelyn ha illustrato il processo, sottolineando che si parte dalla necessità di comprendere gli impatti ESG di un'azienda. Da lì, le organizzazioni possono cercare modi per ridurre al minimo gli impatti negativi e aumentare quelli positivi. Attraverso la diversità dei fornitori, ad esempio, le aziende possono aumentare gli impatti positivi assegnando preferenzialmente i loro acquisti a imprese innovative di proprietà di donne, minoranze, LGBTQ e veterani.

"Come azienda abbiamo [2,8 miliardi di dollari*] di potere d'acquisto. Possiamo usare questo potere d'acquisto per migliorare, peggiorare o mantenere invariate le cose. La sostenibilità della catena di approvvigionamento è la scelta attiva di migliorare le cose", ha detto Jocelyn.

Nel primo anno del programma Nielsen, Jocelyn descrive come abbiamo deciso di misurare le prestazioni di sostenibilità della nostra catena di fornitura. Per farlo, Nielsen ha esaminato i nostri 60 principali fornitori in base alla spesa, iniziando con una valutazione delle loro politiche, pratiche e risultati ESG. Nel secondo anno, abbiamo costruito su queste basi attraverso varie iniziative, come la creazione del nostro Codice di condotta per i fornitori Nielsen e la stesura di RfP (richieste di offerta) e di un linguaggio contrattuale per delineare le nostre aspettative e i nostri requisiti per i fornitori. Ci siamo inoltre concentrati sul miglioramento continuo, collaborando con i fornitori laddove necessario per creare piani d'azione correttivi.

Quali sono i prossimi sviluppi della sostenibilità della catena di approvvigionamento in Nielsen? Siamo orgogliosi di essere un membro fondatore della Global Impact Sourcing Coalition (GISC), con l'obiettivo di aumentare l'adozione dell'impact sourcing in tutto il mondo. L'impact sourcing ha l'obiettivo di contribuire a porre fine alla povertà attraverso gli acquisti, in quanto le aziende come Nielsen stipulano proattivamente contratti con fornitori che assumono persone altrimenti escluse dai benefici dell'economia globale.

Per maggiori informazioni sui nostri continui investimenti in questo settore, visitate la pagina sulla sostenibilità della catena di approvvigionamento su Nielsen.com.

*Aggiornato dopo le riprese del dicembre 2017.