Passa al contenuto
Centro Notizie > Prestazioni di marketing

I dati Nielsen mostrano un'impennata nella spesa pubblicitaria per l'istruzione terziaria australiana e nel numero di studenti potenziali

3 minuti di lettura | Settembre 2023

Sydney - 12 settembre 2023 Nielsen ha pubblicato gli ultimi dati Consumer and Media View (CMV) e Ad Intel sul settore dell'istruzione terziaria in Australia, rivelando un aumento significativo del numero di persone che desiderano proseguire gli studi superiori.

Secondo Nielsen CMV, la percentuale di australiani (dai 16 anni in su) che esprime l'intenzione di studiare al TAFE o all'università nei prossimi 12 mesi è aumentata drasticamente. Nel 2019 la percentuale era solo del 7%, ma nel 2023 è più che raddoppiata, passando al 15%.

Il gruppo più numeroso che intende intraprendere gli studi universitari nel prossimo anno è quello dei diplomati di 16-17 anni, ma anche le generazioni più anziane sono intenzionate a studiare.

Ripartizione per età di coloro che intendono intraprendere studi universitari nei prossimi 12 mesi:

16-17: 55%
18-24: 14%
25-39: 41%
40-54: 25%
55+: 10%

I dati rivelano anche che il 76% di coloro che intendono proseguire gli studi universitari nel corso dell'anno successivo sono attualmente occupati, con il 44% che lavora a tempo pieno, il 32% a tempo parziale e il 19% che lavora in modo saltuario, il che indica il desiderio di aggiornarsi e migliorare le proprie qualifiche.

I dati di Nielsen Ad Intel mostrano anche che gli istituti di istruzione terziaria australiani stanno spendendo molto per attirare nuovi studenti, con una spesa pubblicitaria combinata che supererà i 210 milioni di dollari nel periodo dell'anno finanziario luglio 2022-giugno 2023. Si è registrato anche un aumento del 25% rispetto all'anno finanziario precedente.

I social media hanno rappresentato 126,4 milioni di dollari della spesa pubblicitaria totale (quasi il 60%), con Facebook in cima alla lista delle piattaforme di targeting. Anche gli annunci pubblicitari di tipo general display e metro TV sono stati utilizzati in modo massiccio nel mix pubblicitario, ma sono stati comunque superati dai social. 

La ripartizione della spesa pubblicitaria riflette la spinta ad attrarre gli studenti delle scuole superiori che stanno valutando le loro possibilità di accedere al TAFE o all'università.

Inoltre, il 55% di coloro che intendono studiare sono genitori o hanno figli a casa. Tra questo gruppo, il 21% ha almeno un figlio di età inferiore ai 5 anni, il 28% ha almeno un figlio tra i 5 e i 12 anni e il 27% ha almeno un figlio tra i 13 e i 17 anni. Ciò evidenzia la necessità per i fornitori di istruzione terziaria di offrire opportunità di formazione e di avanzamento di carriera alle persone con impegni familiari.

Gli studenti delle scuole secondarie che intendono proseguire gli studi nei prossimi 12 mesi hanno l'82% di probabilità in più rispetto alla media della popolazione di rispondere agli annunci online, quasi 2,5 volte in più di cliccare sugli annunci video e quasi 2,5 volte in più di cliccare sui banner pubblicitari. Inoltre, il 31% trova utili gli annunci online e su dispositivi mobili, se adattati ai propri interessi, con un aumento del 48% rispetto alla media della popolazione.

Informazioni su Nielsen

Nielsen plasma i media e i contenuti del mondo come leader globale nella misurazione dell'audience, nei dati e nelle analisi. Grazie alla nostra conoscenza delle persone e dei loro comportamenti su tutti i canali e le piattaforme, mettiamo a disposizione dei nostri clienti informazioni indipendenti e attuabili, in modo che possano connettersi e coinvolgere il loro pubblico, ora e in futuro. Nielsen opera in tutto il mondo in oltre 55 Paesi.

Per saperne di più visitate il sito www.nielsen.com e collegatevi con noi sui social media (Twitter, LinkedIn, Facebook e Instagram).

Contatto con i media

Dan Chapman
Direttore Assoc., Comunicazione, Nielsen APAC
dan.chapman@nielsen.com
+61 404 088 462

Fonte

*Nielsen CMV, luglio 2020-giugno 2019, luglio 2022-giugno 2023, base: Tutte le persone dai 16 anni in su e Nielsen Ad Intel