Passa al contenuto
Approfondimenti > Sport e giochi

La musica è ancora la colonna sonora della nostra vita

2 minuti di lettura | Settembre 2015

Mentre la tecnologia e la frammentazione stanno ridisegnando il nostro consumo di media, la musica rimane una parte importante della nostra vita. In auto, al lavoro, in palestra o mentre navighiamo sul web, amiamo ascoltare la musica. Secondo il rapporto Music 360 2015, il quarto studio annuale di Nielsen sugli ascoltatori di musica negli Stati Uniti, il 91% della popolazione nazionale ascolta musica e trascorre più di 24 ore alla settimana sintonizzandosi sui propri brani preferiti. Mentre i dati di ascolto totali sono all'incirca gli stessi dell'anno scorso, il modo in cui accediamo e ci impegniamo con la musica sta cambiando.

Dai dati del rapporto emerge che il 75% degli americani ascolta musica online in una settimana tipo, con un aumento di quasi il 12% rispetto all'anno scorso. Le tendenze dell'ascolto online stanno avendo un impatto significativo sulle nostre abitudini di ascolto on-demand. Se nel 2014 gli americani hanno ascoltato in streaming oltre 164 miliardi di brani on-demand su piattaforme audio e video, nella sola prima metà del 2015 ne hanno ascoltati 135 miliardi, con un aumento di oltre il 90% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. L'ascolto della musica non è solo sempre più digitale, ma anche sempre più mobile. Infatti, il 44% di noi dichiara di utilizzare lo smartphone per ascoltare musica in una settimana tipo, con un aumento del 7% rispetto allo scorso anno, mentre ascoltiamo meno musica dal computer desktop.

La radio continua a essere la prima fonte di scoperta musicale negli Stati Uniti, con il 61% degli intervistati che dichiara di scoprire nuova musica dalla radio AM/FM o satellitare, con un aumento del 7% rispetto allo scorso anno. Anche il passaparola è importante, soprattutto per gli adolescenti: Il 65% dichiara di scoprire nuova musica attraverso la famiglia e gli amici, ben oltre la media del 45%.

Gli americani scoprono sempre più musica durante gli eventi dal vivo. Il 12% degli intervistati dichiara di scoprire la musica attraverso gli eventi dal vivo, con un aumento di oltre il 70% rispetto all'anno scorso. Gli americani sono così presi dagli eventi dal vivo che ora spendono più della metà delle loro spese musicali ogni anno, e il 50% degli americani dichiara di aver partecipato a un evento dal vivo nell'ultimo anno. E cosa sarebbe l'anno musicale senza i festival? L'11% degli americani dichiara di aver partecipato a un festival musicale negli ultimi 12 mesi, con i Millennials che rappresentano il 44% di tutti i frequentatori di festival. La maggior parte dei partecipanti sceglie i festival in base alla scaletta e circa due terzi in base alla vicinanza al luogo di residenza e al prezzo dei biglietti.

Quando il festival non è raggiungibile, per motivi economici o di distanza, i fan più accorti lo seguono comunque online, offrendo agli sponsor del marchio l'opportunità di raggiungere i "partecipanti virtuali" e di estendere le loro attivazioni oltre il campo!

Per ulteriori approfondimenti, scaricate la versione lite del rapporto Nielsen Music 360 2015.