Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Al servizio dei consumatori militari di oggi

4 minuti di lettura | Novembre 2014

Il Veterans Day, originariamente istituito per ricordare il cessate il fuoco della Prima Guerra Mondiale, è diventato un giorno in cui gli americani ricordano e onorano tutti i veterani e i membri in servizio attivo delle forze armate statunitensi.

Ma non siamo gli unici a dover ricordare questi eroi nazionali. Che siano in servizio attivo o che abbiano già servito il loro Paese, i militari di oggi e le loro famiglie sono anche consumatori. Comprendendo le abitudini di consumo di questi clienti e delle loro famiglie, i rivenditori e i produttori possono raggiungere meglio questo segmento della popolazione e soddisfare le loro esigenze specifiche.

Chi sono i consumatori militari di oggi?

I consumatori in servizio attivo sono giovani, orientati alla famiglia e diversificati. Quasi la metà (44,6%) dei capifamiglia in servizio attivo ha meno di 35 anni, rispetto al 15,8% del totale degli acquirenti statunitensi. Un buon numero di questi giovani consumatori non si è ancora sistemato: il 20,5% è costituito da giovani in transizione, single o appena sposati che non hanno figli. Si tratta di una percentuale significativamente superiore a quella della popolazione complessiva, che è solo del 7,5%.

Tuttavia, la maggioranza (59,5%) degli acquirenti in servizio attivo ha una famiglia. E molte di queste famiglie sono giovani: il 28,2% ha figli di età inferiore ai sei anni, una percentuale significativamente superiore al 10,7% della popolazione generale.

I consumatori in servizio attivo sono ben rappresentati da diversi gruppi multiculturali. Poco meno del 40% di questi acquirenti non è di razza caucasica, più del 23,7% della popolazione totale del Paese. Di questi, il 15,1% è afro-americano e il 7,7% è asiatico-americano. Il 17,7% dei consumatori in servizio attivo si identifica come ispanico, più del 12,3% di tutti gli acquirenti statunitensi.

Se includiamo i militari in pensione e i membri della riserva per comprendere meglio la popolazione militare totale degli Stati Uniti, questi consumatori sono più anziani. Per tutti i militari, il 16,2% dei capifamiglia ha 65 anni o più, rispetto al 13,4% della popolazione totale degli Stati Uniti. Inoltre, i consumatori militari hanno maggiori probabilità rispetto alla popolazione complessiva di identificarsi come coppie di anziani, coppie con il nido vuoto o famiglie più anziane. Data la significativa rappresentanza di questo gruppo di persone in età pensionabile, non sorprende che il 40% dei capifamiglia non sia attualmente occupato.

Sia i consumatori in servizio attivo che i consumatori militari totali tendono a vivere in campagna. Il 24% dei consumatori in servizio attivo e il 19,9% dei consumatori militari totali si identificano come "paese comodo", cioè vivono ai margini dei grandi mercati metropolitani o delle città più piccole. Le persone di questo segmento tendono a essere interessate alla famiglia, alla casa e alle attività all'aria aperta come la pesca e la nautica. Inoltre, il 22,5% dei militari totali proviene da piccole città e aree rurali.

E il Sud è prevalentemente il luogo in cui i consumatori militari chiamano casa: Il 40,4% dei membri in servizio attivo e il 43,9% dei membri militari totali vivono negli Stati del Sud. Inoltre, il 30,8% dei consumatori in servizio attivo vive nella regione occidentale degli Stati Uniti.

Dove spendono questi consumatori?

Con famiglie e stili di vita attivi, questi consumatori spendono in modo diverso rispetto alla popolazione generale del Paese. Mentre i negozi di alimentari sono in cima alla lista dei punti vendita non militari in cui i consumatori militari spendono di più rispetto alla popolazione totale del Paese, questi acquirenti spendono di più anche nei negozi di articoli per la casa e di auto.

L'esercito promuove l'intraprendenza dei suoi membri, quindi non sorprende che il 64,2% di tutti i consumatori militari faccia acquisti nei negozi di articoli per la casa, contro il 51% della popolazione generale. Inoltre, nel 2013 i consumatori militari hanno speso in media 408 dollari a persona nei negozi di articoli per la casa, contro una media di 290 dollari a persona per la popolazione generale.

Molti dei principali acquisti per il miglioramento della casa da parte dei consumatori militari rispetto alla popolazione generale riguardano progetti all'aperto, tra cui fertilizzanti e trattamenti per il prato e il terreno, articoli per il giardino e il patio e forniture per la casa e le condizioni atmosferiche esterne. Per realizzare questi progetti, il 53% di questi consumatori spende in ferramenta, rispetto al 40% del totale dei consumatori statunitensi.

Analogamente a quanto avviene per la casa, anche i consumatori militari spendono di più nei negozi di auto rispetto alla popolazione generale: 14,7% contro 9%. Il 60,9% dei consumatori militari dichiara di aver acquistato prodotti automobilistici, rispetto al 48,8% dei consumatori generali.

Raggiungere i consumatori militari di oggi

I consumatori militari hanno abitudini diverse rispetto alla popolazione generale. Tuttavia, i rivenditori e i produttori possono entrare in contatto con loro tenendo conto della loro età, dei loro dati demografici e della loro ubicazione quando fanno marketing per questi importanti acquirenti. Inoltre, i temi militari potrebbero aiutare l'industria del miglioramento della casa e dell'automobile ad attrarre questi consumatori.

Metodologia

Gli approfondimenti e i dati sui consumatori militari e sui militari in servizio attivo contenuti in questo articolo sono stati ricavati dal database Nielsen HomeScan DeCA (Defense Commissary Agency), che tiene traccia della spesa dei consumatori presso i commissari e le borse militari.