02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Pubblico

Il consumatore neozelandese che cambia

3 minuti di lettura | Kate Terry, Direttore regionale - Consumer and Media Insights, Nielsen | Luglio 2015
{“order”:3,”name”:”subheader”,”attributes”:{“backgroundcolor”:”000000″,”imageAligment”:”left”,”linkTarget”:”_self”,”pagePath”:”/content/corporate/au/en/insights”,”title”:”Insights”,”titlecolor”:”A8AABA”,”sling:resourceType”:”nielsenglobal/components/content/subpageheader”},”children”:null}
La Nuova Zelanda sta cambiando in molti modi e spesso a un ritmo più veloce di quanto si possa pensare. Comprendere questo cambiamento non è mai stato così importante. I proprietari di media, i proprietari di marchi e le agenzie hanno bisogno di questa conoscenza delle tendenze passate, presenti e future per assicurarsi di continuare a soddisfare le esigenze dei gruppi e dei segmenti target che sono importanti per le nostre aziende.

La nostra popolazione sta cambiando

  • Stiamo diventando sempre più multiculturali, soprattutto ad Auckland, e questo ha un impatto sulle nostre prospettive culturali. Più neozelandesi che mai riconoscono la forza di una società multiculturale e l'importanza dei valori culturali tradizionali.
  • La crescita di Auckland, che si prevede sarà la casa di 1,5 milioni di persone entro il 2025, unita alle sue differenze culturali e di altro tipo rispetto al resto della Nuova Zelanda, ha implicazioni importanti. Sempre più clienti ci chiedono report e approfondimenti specifici per Auckland. Dato che la strategia per Auckland sta diventando un requisito fondamentale, dovremmo prestare la stessa attenzione a una "strategia per Non-Auckland" che garantisca che vengano soddisfatte anche le esigenze molto diverse di coloro che si trovano al di fuori della nostra città più grande?
  • Entro il 2025 più della metà di noi avrà più di 45 anni e si prevede che un ultrasessantacinquenne su cinque continuerà a lavorare. Il gruppo di età superiore ai 50 anni comprende anche un numero significativo di proprietari di piccole imprese, un gruppo importante per la salute e la crescita dell'economia.

I nostri gusti stanno cambiando

  • Ogni mese 1,4 milioni di persone visitano i siti web dedicati al cibo. E più di 200.000 si sono fatti consegnare a casa cibi, ingredienti e ricette gourmet nelle ultime quattro settimane. L'autenticità è un aspetto sempre più importante per molti consumatori.
  • Allo stesso tempo, viviamo spesso di corsa e la necessità di praticità non è mai stata così alta. Negli ultimi 10 anni, abbiamo assistito a grandi cambiamenti nel comportamento di consumo degli spuntini, con la perdita di attrattiva di alcuni prodotti di base tradizionali (ad esempio pane per toast e panini, cereali per la colazione). Nel mondo del takeaway, McDonalds è ora il numero uno insieme a fish and chips.
  • Anche le nostre scelte sportive e di svago sono cambiate. Si è riacceso l'amore per la vita all'aria aperta e c'è una nuova attenzione per la forma fisica personale. Le passeggiate, il campeggio e l'allenamento sono diventati sempre più popolari, mentre molti sport tradizionali come il rugby, il campionato, il cricket e il netball sono tornati in auge. Nonostante ciò, lo sport rimane molto importante per la nostra nazione. Gli eventi più importanti sono seguiti da un pubblico numeroso e i siti web sportivi attirano un gran numero di visitatori.

Le nostre preferenze mediatiche stanno cambiando e stiamo diventando sempre più digitali.

  • Entro il 2025 i telefoni fissi saranno probabilmente consegnati alla storia e la tecnologia mobile sarà onnipresente.
  • I giovani neozelandesi guardano già 12 ore di contenuti video online ogni settimana.
  • Tuttavia, ci sono miti urbani che devono essere sfatati. I media tradizionali (televisione, giornali, riviste e radio), almeno per ora, sono ancora oggetto di grande attenzione e raggiungono milioni di persone ogni settimana. Rimangono importanti per molti neozelandesi e, quindi, per molti marchi. La sfida consiste nell'individuare il miglior media mix per una campagna.
Il video che segue tocca alcuni di questi punti e ne evidenzia altri. Vi invitiamo a guardarlo e a condividerlo. 
  

 

 

 

Continua a sfogliare approfondimenti simili