02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Media

Non dormire nei fine settimana quando si considera l'ascolto della radio

1 minuto di lettura | Febbraio 2016

Quando si tratta di creazione di contenuti e di pubblicità, i responsabili del marketing, i programmatori e le emittenti spesso lasciano che il lavoro da svolgere passi al pilota automatico quando arriva il fine settimana. Ma secondo l'ultimo rapporto di Nielsen "State of The Media: Audio Today di Nielsen, potrebbero voler riorganizzare i loro programmi. Questo perché il rapporto mette in evidenza quanto sia grande il pubblico radiofonico che si sintonizza il sabato e la domenica in tutta l'America.

La radio ha un'ampia diffusione tra i consumatori di tutte le età e di tutte le etnie, con oltre 265 milioni di ascoltatori settimanali a partire dai 6 anni di età. La propensione ad ascoltare la radio è generalmente legata al fatto di trovarsi fuori casa, quando si verifica la maggior parte degli ascolti radiofonici. È per questo che gli inserzionisti prestano molta attenzione alle fasce orarie dei pendolari - il "drive" mattutino e pomeridiano, come spesso lo chiamano i programmatori radiofonici. È anche uno degli ingredienti chiave del ROI sempre più positivo della radio: raggiunge i consumatori quando sono sul mercato e pronti ad acquistare.

La capacità della radio di raggiungere un gran numero di consumatori non si limita alla settimana lavorativa dal lunedì al venerdì. In molti dei principali settori demografici di acquisto che gli inserzionisti desiderano, la portata della radio nei fine settimana spesso rivaleggia con quella del lunedì-venerdì. Ad esempio, la radio raggiunge quasi tre quarti (72%) dei Millennials (18-34) a livello nazionale nel fine settimana, seconda solo alla fascia pomeridiana/serale, nota anche come "PM Drive", con una penetrazione del 75%.

Mentre il panorama audio continua a evolversi, la creazione di marchi forti che si facciano notare è importante quanto la comprensione di dove e quando coinvolgere i consumatori con le migliori possibilità di incidere sulle loro scelte di acquisto. È anche chiaro che non dovremmo dormire nei fine settimana quando si tratta di ascoltare la radio.

Continua a sfogliare approfondimenti simili

I nostri prodotti possono aiutare voi e la vostra azienda