02_Elementi/Icone/FrecciaSinistra Torna a Insight
Approfondimenti > Media

Ritorna la fiducia nel panorama mediatico dell'APAC, in un'epoca di influenze

5 minuti di lettura | Ottobre 2021

La COVID-19 ha messo alla prova il mondo e, per molti versi, il settore dei media. All'inizio del 2020, il settore ha dovuto affrontare incertezza, mancanza di fiducia e una generale riduzione della spesa. Mentre il digitale ha sostenuto la pandemia - con i social, la ricerca e i video che stanno emergendo come aree di interesse primario - i marketer sono ancora più consapevoli dell'importanza di vedere un ritorno per i loro dollari pubblicitari.

Per aiutarci, Nielsen ha identificato i modi più avanzati in cui i marketer possono ottenere risultati vincenti in questo spazio, dopo un'analisi delle tendenze chiave del settore e la valutazione di nuove aree di opportunità. In APAC non c'è mai stato così tanto accesso a contenuti coinvolgenti e variegati, dai blockbuster globali ai contenuti iperlocali e rilevanti, fino ai successi di successo che trovano un pubblico universale. Dopo oltre 18 mesi di permanenza in patria, il pubblico consuma più contenuti che mai e cerca continuamente di essere intrattenuto. Nei mercati del sud-est asiatico di Tailandia, Filippine e Myanmar, la penetrazione digitale è aumentata di oltre il 15%, creando essenzialmente un pubblico completamente nuovo.

  • Filippine: L'utilizzo di Internet è aumentato negli ultimi due anni, passando dal 70% del secondo trimestre 2019, prima della pandemia, all'87% del secondo trimestre 2021. Le Smart TV sono passate dal 7% al 17%, la visione di video on demand (VOD) è aumentata dal 6% al 27%.

  • Thailandia: La penetrazione di Internet è aumentata del 15% durante la pandemia, accelerata dalla popolazione rurale e dalla generazione degli anziani.

  • Myanmar: In mezzo alla pandemia e all'instabilità del Paese, l'utilizzo di Internet in Myanmar è salito a +17%, con un aumento del 6% per le persone appartenenti a famiglie di classe media inferiore nelle aree urbane. 

Per quanto riguarda la prospettiva del direct to consumer, la tecnologia ha guidato questa tendenza, utilizzando il digitale per ottenere un maggiore coinvolgimento. Le aziende del settore dei media, i creatori di contenuti e i loro inserzionisti hanno ora a disposizione modi nuovi e più diretti per raggiungere i consumatori con contenuti e annunci coinvolgenti attraverso piattaforme di streaming, piattaforme over-the-top (OTT), VOD delle emittenti e dispositivi connessi. Nelle Filippine, ad esempio, la penetrazione delle smart TV è passata dal 7% al 17% e la visione di VOD è aumentata dal 6% al 27%. 

Il recupero della fiducia

Ora possiamo vedere una fiducia nel settore, una fiducia che riflette la volontà di spendere per i media. "Crediamo che non ci sia mai stato un momento così eccitante nel settore dei media. E questo vale in particolare per l'Asia del Pacifico", ha dichiarato Steven Lindsay, Executive Director, Head of Digital Measurement APAC di Nielsen durante il recente evento The Stage di TikTok.

Nel complesso, esiste un ecosistema sano, dinamico e diversificato, con i marketer in grado di costruire un piano media variegato per raggiungere il pubblico desiderato. Con oltre la metà della popolazione mondiale, l'APAC è una regione ampia e diversificata. Non sorprende quindi che le piattaforme di contenuti dominanti differiscano a seconda del mercato. Esiste un mix di operatori globali e di scelte locali. Inoltre, lo sviluppo di ciascun mercato è diverso: 

  • Cina e Corea: un ecosistema con una perfetta integrazione di e-commerce, sistemi di pagamento online e contenuti

  • India e Australia: un ecosistema video consolidato e diversificato

  • Sud-est asiatico: è emersa un'audience completamente nuova, con un vero e proprio spostamento del comportamento di visione verso il digitale, come dimostra l'aumento del 15% durante la pandemia

La prova del potere degli influencer

In mezzo a questa varietà di mercati, il digitale è la costante. E mentre il recupero dei budget pubblicitari si concentra maggiormente su social, ricerca e video, uno dei punti di contatto in più rapida crescita per i marchi è ora l'influencer marketing. Nicholas Bruce, responsabile della consulenza e della ricerca per l'Asia di Nielsen, ritiene che gli influencer siano incredibilmente potenti per entrare in contatto con un pubblico frammentato. 

"Il punto di forza degli influencer è il modo in cui sono in grado di fornire e raggiungere il pubblico specifico con cui sono impegnati", afferma Bruce. "Il richiamo del marchio per i contenuti degli influencer è 4 volte superiore a quello dei contenuti digitali tradizionali". Questa prova definitiva del potere dell'influencer marketing può essere compresa al meglio esplorando l'intero panorama.

Tipi di influencer

Nel complesso, la crescita del mercato degli influencer è incredibilmente complessa, con influencer di ogni livello. La chiave del successo è la scelta della migliore rosa di personalità e la massimizzazione dell'efficacia di questa rosa.

Come fanno i brand a sapere qual è l'influencer giusto? Nano può aiutare a raggiungere un pubblico particolare, una nicchia particolare, mentre Mega può aiutare con le campagne più grandi. La regione APAC conta complessivamente più di 15 milioni di profili di influencer, la maggior parte dei quali sono Nano influencer, ovvero l'87% del totale degli influencer. Instagram è la piattaforma con il maggior numero di influencer, raccogliendo il 67% del totale degli influencer della regione. All'interno del cluster, l'Indonesia è il Paese con il maggior numero di influencer, con oltre 7 milioni di profili di personalità.

La regione APAC conta più di 15 milioni di profili di influencer.

Nielsen InfluenceScope

Gli influencer stanno guadagnando terreno anche perché si rivolgono ai giovani. Con i milioni di ore che trascorrono ogni settimana guardando servizi SVOD senza pubblicità, gli inserzionisti stanno cercando nuove strade per trovare questo pubblico e coinvolgerlo. Molti lo stanno facendo attraverso gli influencer e stanno registrando incrementi di fatturato.

È importante che gli influencer forniscano anche informazioni chiave, sia attraverso gli sforzi in campagna per spostare l'ago della bilancia internamente, sia attraverso un'accurata valutazione post-campagna. In definitiva, la capacità di ottimizzare l'influencer e di iterare durante la campagna consente di ottenere risultati migliori. 

In precedenza, i marchi avevano difficoltà a misurare le vendite o altri risultati KPI del marchio attribuiti agli influencer a causa della mancanza di dati di qualità. Ora, grazie all'accesso a dati, modelli e consulenze di qualità che informano la modellazione del marketing mix di Nielsen, i marchi hanno a disposizione un approccio scientifico per calcolare il ROI dell'influencer marketing e valutarlo continuamente rispetto ai benchmark e ai tipi di media per ottenere risultati di business reali.

Per ulteriori approfondimenti, guardate "Vincere nell'era degli influencer" dall'evento TikTok.

Continua a sfogliare approfondimenti simili

I nostri prodotti possono aiutare voi e la vostra azienda