Passa al contenuto
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

Un gioco da ragazzi: I ragazzi australiani connessi trascorrono online fino all'equivalente di tre giorni di scuola ogni settimana

3 minute read | Lillian Zrim, Associate Director, Marketing Effectiveness - Cross Platform Custom Insights, Nielsen | Febbraio 2015
{“order”:3,”name”:”subheader”,”attributes”:{“backgroundcolor”:”000000″,”imageAligment”:”left”,”linkTarget”:”_self”,”pagePath”:”/content/corporate/au/en/insights”,”title”:”Insights”,”titlecolor”:”A8AABA”,”sling:resourceType”:”nielsenglobal/components/content/subpageheader”},”children”:null}

Il tempo che i bambini e gli adolescenti australiani trascorrono online è aumentato esponenzialmente negli ultimi sette anni. I giovani connessi di età compresa tra i 2 e i 15 anni trascorrono in media 11,5 ore su Internet ogni settimana, triplicando il tempo trascorso dal 2007. E più diventano grandi, più tempo trascorrono online. Gli adolescenti tra i 13 e i 15 anni trascorrono in media 18,7 ore online in una settimana, pari a più di tre giorni di scuola. Quando i ragazzi raggiungono l'adolescenza, dedicano più tempo online dei loro genitori.

Anche i bambini e gli adolescenti australiani vengono introdotti ai media online in età sempre più giovane. Gli adolescenti connessi di oggi hanno iniziato a usare Internet all'età di nove anni; tuttavia, tra un decennio, gli adolescenti di domani avranno iniziato già a due anni.

L'adozione di smartphone e tablet nelle famiglie dei giovani ha svolto un ruolo importante nel far sì che i bambini dedicassero più tempo ai media online e nell'incoraggiarne l'uso fin dalle prime fasi della vita. La mobilità, la convenienza e la facilità d'uso di questi dispositivi e la disponibilità di contenuti per il pubblico più giovane - in particolare attraverso l'uso di applicazioni - hanno contribuito a questo comportamento crescente.

L'utilizzo dei dispositivi varia a seconda dell'età. I tablet sono il dispositivo preferito dai giovani per iniziare il loro rapporto con i media digitali; tuttavia, man mano che i ragazzi crescono aggiungono altri dispositivi al loro repertorio (computer portatili, desktop), mentre i telefoni cellulari diventano sempre più importanti negli anni dell'adolescenza. Capire quale piattaforma coinvolgere per i diversi segmenti giovanili aiuterà a raggiungere il pubblico giusto.

Come fanno i giovani di oggi a raggiungere i contenuti che cercano online? A differenza dei loro coetanei, i bambini e gli adolescenti sono più propensi a collegarsi direttamente ai contenuti desiderati tramite un'app. I ragazzi di età compresa tra i 10 e i 12 anni, tuttavia, rappresentano una piccola eccezione a questa regola: sono più propensi a digitare un URL o a utilizzare la ricerca per raggiungere la loro destinazione, evidenziando l'importanza di tattiche intelligenti di ottimizzazione della ricerca e di una comunicazione chiara degli URL quando ci si rivolge a questo gruppo di età.

Gli adolescenti, in particolare, hanno già un potenziale d'acquisto importante. Quasi un terzo (32%) ha fatto ricerche su un prodotto online nell'ultimo mese e il 17% ha acquistato un articolo nello stesso periodo.

I bambini e gli adolescenti sono importanti per molte organizzazioni e marchi del futuro e rappresentano una parte fondamentale delle opportunità che esistono oggi per le aziende. I media digitali sono un ottimo modo per iniziare una conversazione con i giovani di oggi; il modo in cui gli operatori di marketing si connettono, educano e coinvolgono questi consumatori ora, è vitale per il loro futuro.

Il rapporto Nielsen sulla generazione elettronica in Australia

Il Nielsen Australian E-Generation Report 2014 fornisce una visione completa del modo in cui i giovani australiani consumano i media online, nel contesto delle loro abitudini generali di consumo dei media.

Basandosi su un campione di 1.620 australiani online di età compresa tra i 2 e i 15 anni (e i loro genitori), con dati di tendenza a partire dal 1997 e confronti con la popolazione adulta, questo rapporto vi mette in contatto con la "generazione connessa" e identifica le opportunità e fornisce le informazioni necessarie per comprendere e raggiungere il vostro pubblico giovane e i loro genitori.  

Per ulteriori informazioni sul rapporto, fare clic qui.