Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

La retrocompatibilità torna al momento giusto per il mercato dei videogiochi

6 minuti di lettura | Settembre 2020

Realizzare nuove console di gioco che siano retrocompatibili con il software delle generazioni precedenti non è facile. Inoltre, non è sempre finanziariamente prudente per i produttori. Prima dell'ottava generazione di console per videogiochi, tuttavia, la retrocompatibilità era lo standard, soprattutto per soddisfare le aspettative dei consumatori. Ma dopo aver omesso questa funzione al lancio dell'ottava generazione, i produttori di console stanno riportando la retrocompatibilità con le loro console di nona generazione, e il momento non potrebbe essere migliore per i consumatori. 

Da quando, a marzo, è scattato l'ordine di restare in casa, i videogiochi hanno conquistato il centro della scena. Forse più adatta a resistere all'impatto della pandemia rispetto ad altre opzioni mediatiche, come l'industria cinematografica, l'industria dei videogiochi ha prosperato, registrando una crescita record in termini di coinvolgimento e ricavi. La categoria ha anche facilitato le connessioni personali in modi che altri non sono in grado di fare, portando anche altro sul tavolo oltre ai giochi, come i concerti e la piattaforma per le anteprime dei film. La tempesta perfetta della pandemia ha favorito l'aumento dell'adozione e della fidelizzazione delle persone che improvvisamente cercano altri modi per riempire un eccesso di ore al chiuso e allo stesso tempo connettersi con il mondo esterno. 

Ironia della sorte, però, se da un lato la pandemia di COVID-19 ha contribuito ad accrescere la popolarità della categoria dei videogiochi, dall'altro ha ostacolato il settore interrompendo i cicli di sviluppo dei giochi in uscita e causando molti ritardi, incidendo sulle catene di fornitura delle nuove console di nona generazione, rendendole ancora più difficili da acquistare del solito, e impoverendo i fondi a disposizione dei consumatori per le spese di svago.

Mentre inizia l'autunno e i giocatori attendono con ansia le uscite autunnali più attese dell'anno (vedi elenco completo qui sotto), il software gioca un ruolo più importante che mai. Il mezzo videoludico sta cavalcando un'onda di popolarità dovuta alla pandemia e il periodo di lancio di una nuova generazione di console è fondamentale. Come dice il vecchio adagio, non si ha mai una seconda occasione per fare una prima impressione. Sony e Microsoft sono ansiose di allestire una line-up di lancio il più possibile convincente per convincere i giocatori che il loro è il dispositivo da acquistare, grazie a nuovi titoli, a un nuovo ecosistema basato su abbonamenti o anche alla retrocompatibilità, che aiuta a tranquillizzare i consumatori a corto di denaro.

Sony ha confermato finora quattro titoli per il lancio di PS5, due dei quali erano nella lista Nielsen dei giochi più attesi per l'autunno 2020(Marvel's Spider-Man: Miles Morales e il nuovo remake di Demon's Souls). Il ritardo di Halo: Infinite al 2021, dovuto in parte a COVID-19, toglie un po' di fiato al lancio della 9a generazione di Xbox, lasciando Crossfire X come la novità più attesa per il lancio della console Xbox Series X/S nelle vacanze del 2020.

Ma il passaggio a una nuova generazione di console, già di per sé complicato vista la necessità dei produttori di bilanciare la promozione di nuovi dispositivi senza allontanare il pubblico delle console attuali, diventa ancora più difficile in caso di pandemia. Molti consumatori stanno subendo le conseguenze dell'impatto economico e anche le catene di approvvigionamento sono bloccate. E se le decisioni sui piani di transizione sono state prese prima che la pandemia prendesse piede, nel contesto della pandemia sono diventate ancora più fortuite per i consumatori.

In primo luogo, il ritorno alla retrocompatibilità dei dispositivi offre un po' di sollievo. I giocatori colpiti dalla crisi economica potrebbero non avere i fondi per una nuova console. Altri potrebbero avere fondi sufficienti solo per la console stessa e non per una serie di nuovi giochi da abbinare. La retrocompatibilità offre ai giocatori l'opportunità di continuare a giocare con la loro attuale libreria di giochi sul nuovo dispositivo per il momento, con alcuni giochi che possono anche beneficiare di risoluzioni più elevate. Allo stesso modo, i consumatori possono essere certi che se non possono permettersi una nuova console in questo momento, ma vogliono comunque acquistare qualche nuovo gioco per il loro dispositivo attuale almeno per queste vacanze, i giochi che acquistano ora per il loro dispositivo di ottava generazione saranno giocabili sulla piattaforma di nona generazione una volta che saranno in grado di acquistarla.

I produttori di videogiochi stanno intervenendo per facilitare questa transizione anche in altri modi. Microsoft sta offrendo il suo piano "Smart Delivery" per alcuni giochi, che consente ai consumatori di acquistare la versione Xbox One di un gioco ora, per poi ottenere anche una versione per Xbox Series X/S una volta aggiornata la console in un secondo momento. Sebbene Sony non abbia un nome specifico per il suo piano di aggiornamento software, sta anche offrendo agli acquirenti di alcuni giochi per PS4 l'aggiornamento gratuito alla versione PS5 in un secondo momento. Anche gli editori di software di terze parti sono stati rapidi nel riconoscere la situazione per i consumatori e stanno offrendo aggiornamenti gratuiti intergenerazionali per vari titoli che stanno rilasciando direttamente ai giocatori, contribuendo a garantire che possano ritagliarsi quote di mercato ora, anche prima che il loro pubblico abbia i mezzi per acquistare un dispositivo di nona generazione.

Infine, Microsoft ha riportato in auge il piano Xbox All Access, che offre ai consumatori attenti ai costi l'opportunità di ottenere una Xbox Series X/S, un abbonamento a una libreria di giochi con Game Pass e la possibilità di riprodurre in streaming tali giochi su altri dispositivi a un prezzo mensile di 24,99 dollari (per la Series S) o 34,99 dollari (per la Series X).

È importante notare che la pandemia COVID-19 è molto più di una crisi sanitaria globale. Nei sei mesi in cui abbiamo convissuto con il virus, esso ha influenzato ogni aspetto della vita quotidiana. Sta avendo un effetto paralizzante sulle imprese, sull'economia, sui tassi di disoccupazione, sulla fiducia dei consumatori e sulla capacità delle persone di arrivare a fine mese. Per quanto riguarda i consumatori, la pandemia ha fatto nascere due tipi di consumatori principali: quelli isolati e quelli vincolati. Sebbene i consumatori isolati non siano stati direttamente colpiti dalla COVID-19 (dal punto di vista sanitario o finanziario) come lo sono stati i consumatori vincolati, potrebbero scegliere di passare ad abitudini di spesa più oculate semplicemente per essere prudenti. Tuttavia, sebbene l'industria dei videogiochi stia attraversando un periodo tumultuoso, caratterizzato da una grande incertezza e da problemi inaspettati, il fervore dei consumatori per i giochi più recenti e più belli è una costante. Le nuove console, le transizioni intergenerazionali degli editori, i programmi di abbonamento e le nuove piattaforme di streaming sono tutti modi diversi per raggiungere lo stesso obiettivo finale: fornire software. Come disse una volta Bill Gates, e come hanno dimostrato altre forme di media, a prescindere da tutte le diverse piattaforme e modelli di consumo disponibili... "il contenuto è il re".

Metodologia

Classifica Nielsen dei giochi

Nielsen Game Rank™ rappresenta un indice del livello di attesa generale dei giocatori su ogni piattaforma, basato su una combinazione di diverse misure chiave (tra cui consapevolezza, interesse, urgenza, valutazione dei consumatori e altre). I valori dell'indice riflettono quanto sia forte il livello di attesa generale per il titolo, rispetto ai livelli di attesa pre-rilascio di tutti i titoli precedenti usciti sulla/e piattaforma/e. Ad esempio, un Game Rank pari a 90 indica che, dopo aver considerato una combinazione di varie misure relative ai consumatori e tenendo conto di quanto manca all'uscita del gioco, l'attuale anticipazione complessiva per il gioco è superiore al 90% dei giochi precedenti sulla stessa piattaforma (o sulle stesse piattaforme), in quello stesso momento del ciclo di pre-uscita.

Per l'analisi del 2020, pubblicata il 1° settembre 2020, sono stati presi in considerazione più di 80 giochi diversi. L'uscita di questi giochi era prevista tra il 1° settembre 2020 e il 31 dicembre 2020. Sono stati inclusi nell'elenco i giochi con un Game Rank™ di 70 o superiore. I valori indicati per i titoli multipiattaforma sono le medie dei valori di ciascuna piattaforma di uscita. I dati sono stati raccolti tramite un sondaggio condotto tra oltre 6.000 giocatori attivi di età compresa tra i 7 e i 54 anni, dal 12 luglio 2020 al 15 agosto 2020.